Al via la XXVIII edizione della mostra presepiale “CITTA’ DI SALERNO” organizzata dall’associazione “Tertio Millennio Adveniente”. Mercoledì la benedizione dell’Arcivescovo

0
303

L’arte presepiale è una tradizione molto sentita, soprattutto in Campania, che si tramanda ormai da generazione in generazione. In un’epoca storica dove le usanze religiose sono state offuscate dalle nuove tecnologie, è importante recuperare le consuetudini popolari legate alle festività natalizie.

Oltre le luci, gli addobbi, la corsa ai regali, l’associazione culturale “Tertio Millennio Adveniente“, presieduta da Ciriaco Russomando, anche quest’ anno organizza a Salerno la mostra presepiale “Città di Salerno”, giunta alla sua ventottesima edizione e dedicata al Papà Santo Giovanni Paolo Il.

Mercoledì 14 Dicembre 2022 alle ore 18, in occasione della solenne inaugurazione, verrà installato un grande albero di natale realizzato dalle classi dell’Istituto “Convitto Nazionale” di Salerno. Sarà monsignor Andrea Bellandi, Arcivescovo di Salerno-Campagna- Acerno, che, negli spazi del Cral della Provincia in piazza Giacomo Matteotti, benedirà le statuine di Gesù Bambino da collocare nei presepi.

Nel grande allestimento presepiale figurano oltre trenta presepi realizzati da artisti provenienti da tutta la regione, con lo scopo di divulgare e sostenere l’arte presepiale intesa come mezzo creativo di aggregazione e confronto per la conservazione delle tradizioni del territorio. Ad ogni visitatore verrà chiesto un contributo di 1 euro per sostenere un progetto di beneficenza legato alla missione in Costa d’Avorio.

“Fin da bambino sono stato attratto dalla magia del presepe, un’ usanza da vivere attraverso il linguaggio dell’amore”- dichiara Ciriaco Russomando presidente dell’associazione. “Il presepe è una scuola di vita attraverso cui possiamo imparare il segreto della vera gioia. Questa non consiste nell’avere tante cose, ma nel sentirsi amati dal Signore, nel farsi dono per gli altri e nel volersi bene”.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 16 alle 21, festività comprese, fino al 15 Gennaio nei locali di Palazzo Piantanova. Per info e contatti 333-8228125

Il presepe ci ricorda che Dio non è rimasto invisibile in cielo, ma è venuto sulla terra, si è fatto uomo. Fare il presepe è celebrare la vicinanza di Dio: è riscoprire che Dio è reale, concreto, è Amore umile, disceso fino a noi.(Papa Francesco)

Articolo precedentePisciotta: sul caso Yele l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco Liguori
Articolo successivoMercato San Severino, perdite consorzio farmaceutico: opposizione chiede consiglio comunale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui