Allarme cinghiale a Parco Mercatello: l’intervento dell’associazione “Colline di Salerno”

0
291

Quando si passeggia col proprio cane in città certamente non ci si aspetta di trovarsi di fronte ad un animale selvatico, ancor meno ad un cinghiale!

Purtroppo, è quanto successo ad un gruppo di civili la serata del 23 febbraio nel Parco Mercatello di Salerno. Il luogo è noto alla cittadinanza come punto di ritrovo per diversi amanti del mondo canino o giovani famiglie in cerca della propria “ora d’aria”. A sconvolgere l’atmosfera tranquilla, però, è stata l’agitazione dei cani alla vista di un giovane cinghiale maschio di circa 40 chili nei giardini del parco.

Tempestivo l’intervento dei volontari dell’associazione “Colline di Salerno” ed il Gruppo di Caccia di Giovi alla chiamata delle forze dell’ordine allertate dai presenti.

Dopo diversi giorni di appostamenti e di verifiche, coordinati dall’ASL di Salerno, sono riusciti a reindirizzare il cinghiale verso le colline di Giovi, dove esiste un’area di caccia dalla quale lo stesso si è probabilmente allontanato.

Già nelle notti precedenti il posto era stato presidiato con l’appoggio del Comune per evitare che l’animale potesse accedervi. Per alcuni giorni il cinghiale si era fermato nell’area fluviale a ridosso del quartiere Mercatello. Poi è riapparso nella giornata di ieri nelle strade limitrofe al parco.

I volontari sono riusciti, grazie all’esperienza e alla conoscenza delle abitudini dei cinghiali, a condurre l’animale definitivamente nel proprio habitat risolvendo così definitivamente il problema.

Questo non è il primo caso di ‘cinghiale in città’ registrato a Salerno. Infatti, negli ultimi anni, i quartieri limitrofi alle zone collinari come Casa Manzo e Sant’Eustachio sono stati più volte interessati da questa problematica. L’ultimo avvistamento, è avvenuto poche settimane fa nello stesso parco.

Ad intervenire ancora una volta l’associazione “Colline di Salerno” unitamente ai gruppi di caccia del territorio, da sempre attenti alle problematiche di pubblica incolumità derivanti da questo fenomeno.

“Nessuna azione finalizzata alla cattura è stata messa in atto”.

È quanto precisa l’associazione il cui operato ha consentito l’allontanamento autonomo dell’animale dall’area urbana. Inoltre, in caso di avvistamenti consiglia alla cittadinanza di mantenersi a distanza e contattare immediatamente le forze dell’ordine o la guardia forestale.

Articolo precedenteSoffocato da una mozzarellina, perde la vita sindacalista di Nocera
Articolo successivoFonderie Pisano, Lambiase (M5S): “Sindaco e maggioranza studiano ancora le carte ma bisogna agire”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui