Argentino (Memoria in Movimento) : Cammarota costruì sindacato lavoratori comunicazione

0
163

di Marcello D’Ambrosio – “La scomparsa di Clementina Cammarota mi colpisce molto profondamente. Negli anni in cui ho diretto la Camera del Lavoro ho apprezzato la capacità di direzione che Clementina aveva negli anni manifestato e che confermava ed affinava di continuo. Insomma, sul piano professionale meritava pienamente la stima e l’affetto dei colleghi del gruppo dirigente e l’apprezzamento, davvero molto sentito, dei lavoratori e delle lavoratrici. A lei si deve la costruzione del Sindacato dei Lavoratori della Comunicazione e l’affermazione della presenza della Cgil in un settore del mondo del lavoro nuovo, “moderno”, delicato, di assoluto rilievo. Nonostante le avessi più volte proposto di assumere la direzione di categorie con larga presenza di donne, come il sindacato dei tessili e degli alimentarsi, Clem, come mi piaceva chiamarla, aveva deciso di impegnarsi nelle attività di servizio ai lavoratori, nell’Inca e nell’Ufficio Vertenze, aree dell’attività sindacale che, in un’area come quella salernitana segnata dalla deindustrializzazione, dalla mancanza di lavoro, dalla violazione dei diritti, da una giustizia lenta e tardiva, andavano “conquistando” un crescente rilievo. Mi piace ricordare la passione con cui si impegnava nella difesa delle donne nel mondo del lavoro, nella società e nella famiglia e nelle iniziative di solidarietà alle donne palestinesi, curde, arabe e ovunque nel mondo venissero mortificati i diritti delle donne. Clementina è stata una donna forte, una dirigente sindacale intelligente, una militante appassionata e per questo il movimento democratico e dei lavoratori salernitani subisce una gravissima perdita. Sono certo che, ritrovato il suo compagno Gennaro Giordano, si ricorderà di abbracciarlo per me. Ciao, Clem!”. Così Fernando Argentino sulla scomparsa della sindacalista Clementina Cammarota.

Articolo precedenteCammarota, Di Serio: saluto la donna e la compagna, amica presente nelle difficoltà
Articolo successivoAlluvione di Ischia, la Regione stanzia i primi 4 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui