Battipaglia Radici e Valori, ciclo rifiuti: andare oltre la raccolta

0
71

“Non vogliamo più ritornare sull’argomento relativo al nuovo calendario della raccolta dei rifiuti, sperando che possa presto arrivare a pieno regime. Tuttavia ci preme affidare al confronto politico (amministrazione, consiglio comunale e partiti) un nostro contributo per cercare di contribuire ad indicare una prospettiva per quanto concerne il ciclo dei rifiuti. Limitarsi soltanto alla raccolta è un servizio assolutamente non produttivo dal punto di vista economico. Il ciclo dei rifiuti ha un senso soltanto se alla fase della raccolta si fa seguire quello fondamentale della lavorazione dei rifiuti, al fine di ricavarne utili. Già abbiamo assistito al fallimento del Piano Regionale dei Rifiuti del governo De Luca, con costi enormi a carico dei cittadini campani. Inoltre la nostra città, sacrificata sull’altare della politica deluchiana, ha il diritto di ottenere un alleggerimento della quantità di rifiuti in arrivo, la fine dei miasmi, un controllo capillare del territorio per verificare la sicurezza dei siti pubblici e privati e per impedire scarichi inquinanti, incendi e discariche abusive, la bonifica delle vecchie discariche. Insieme a tutto questo occorre poi pensare ad un modo produttivo di gestire i rifiuti. Il comune deve farsi impresa, per abbassare le tasse, per fare utile da reinvestire sul territorio, in termini di servizi al cittadino. Occorre iniziare a progettare un sistema per realizzare, in tempi certi e brevi, un sistema per trasformare i rifiuti prodotti dai battipagliesi in una risorsa”. A dichiararlo è Luigi Spera, portavoce del movimento Battipaglia Radici e Valori.

Articolo precedenteBattipaglia Radici e Valori: delocalizzare i seggi per non penalizzare studenti
Articolo successivoProgetto Vot: il GAL Colline Salernitane incontrerà il GAL francese Othe Armance

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui