Benzina e cuore, Cicerelli decisivo regala alla Salernitana il terzo posto: finisce 1 a 0 contro il Frosinone

0
101

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Mantovani (1′ st Jaroszynski), Gyombér, Veseli; Kupisz, Coulibaly (18′ Capezzi), Di Tacchio, Kiyine (27′ st Djuric), Casasola; Anderson (1′ st Cicerelli), Tutino (37′ st Schiavone). A disp: Adamonis, Micai, Sy, Boultam, Barone, Antonucci, Kristoffersen. All: Castori.

FROSINONE (4-3-3): Bardi; Brighenti (40′ st D’Elia), Szyminski, Capuano, Zampano; Gori (12′ st Rohdèn), Carraro, Kastanos; Brignola (32′ st Parzyszek), Novakovich (12′ st Iemmello), Vitale (1′ st Ciano). A disp: Iacobucci, Marcianò, Curado, Salvi, Maiello, Tribuzzi, Ariaudo. All: Grosso.

Arbitro: Ayroldi di Molfetta (Massara/Moro). IV uomo: Marchetti di Ostia Lido

Diretta: Dazn e Rai Sport

Note: Marcatori: 10′ st Cicerelli; Angoli: 3-5; Ammoniti: Jaroszynski, Di Tacchio, Anderson (S), Brighenti, Gori, Zampano, Vitale (F); Recupero: 3′ pt, 3′ st

L’insaziabile Cicerelli cambia le sorti di Salernitana-Frosinone dando ai granata il respiro giusto e la benzina nelle gambe utili per la vittoria. Tornano ad esultare Di Tacchio e compagni, allo stadio Arechi, tenendo i 3 punti in cassaforte utili a superare il Monza nella classifica del campionato cadetto con 54 punti utili a prendersi la terza posizione sotto al Lecce e all’Empoli prima della classe. Mister Castori stravolge e sorprende la formazione dal primo minuto del match inserendo Kiyine titolare e cambiando anche l’assetto offensivo con il confermato Tutino ma con Andrè Anderson a supporto. Reti inviolate all’intervallo, con l’infortunio di Mamadou Coulibaly (che lascia il campo portato in spalla e ghiaccio sulla caviglia) ma tante occasioni per il cavalluccio marino che non si lascia trovare impreparato neanche in difesa. Ma è la seconda fase di gioco che regala alla Salernitana l’hurrà con il subentrato Cicerelli, che mette la palla in rete al 55esimo. Il suo gol scoppia nell’esultanza dei compagni compresi quelli seduti in panchina, ma è anche un’iniezione di fiducia per il giocatore che non ha trovato spazio (quasi mai) negli ultimi match. Finisce 1 a 0 all’Arechi e dopo la sconfitta di Lecce, si rivela un toccasana per la Salernitana di Fabrizio Castori che adesso guarda già alla trasferta di Chiavari. Sabato andrà di scena Virtus Entella – Salernitana e la Bersagliera dovrà arrivare con la giusta carica per convincere ancora di più che questo è il posto che le si addice di più. Tra le importanti.

Articolo precedenteAnche il Centro Antiviolenza Leucosia lancia l’iniziativa “ Scontrino Antiviolenza”
Articolo successivoAutostrada bloccata dai mercatali con furgoni, anche De Luca nel traffico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui