Bicchielli (Noi Moderati): tenaglia fiscale insostenibile

0
120

“Mentre la politica tutta è impegnata in una campagna elettorale un po’ troppo intrisa di inutile polemica e poco attenta alle criticità, su cittadini e imprese si sta abbattendo la doppia scure delle bollette energetiche e del fisco. Sembra infatti, non si sa bene in base a quali parametri, che la crisi sia superata e dunque tutti gli adempimenti sospesi per il periodo pandemico si stanno concentrando in queste settimane. Un carico fiscale insostenibile, anche dal mero punto di vista pratico: 173 scadenze nel solo mese di settembre e circa 600 fino a fine anno. A questo va aggiunto il via libera alle cartelle esattoriali congelate durante la pandemia, con l’obbligo di pagamento a 30 giorni. Lo Stato mostra il suo volto peggiore: quello della burocrazia farraginosa ed ottusa. La radicale riforma fiscale dovrebbe partire proprio dal superamento di questo sistema, oltre che dall’abbassamento delle tasse, magari avvantaggiandosi dell’esperienza e delle competenze di chi, come i dottori commercialisti, in questa giungla di adempimenti deve districarsi ogni giorno.” Lo dichiara Pino Bicchielli (Noi Moderati) candidato alla Camera per il centrodestra nel collegio uninominale Campania2 – Salerno

Articolo precedenteSanità, De Luca attacca la Meloni. Cirielli (FdI): “Lo fa per nascondere i propri disastri”
Articolo successivoLa Cultura e l’arte “abbracciano” la disabilità e l’autismo, premi ai piccoli artisti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui