Blatte, topi e insetti nelle frazioni alte di Salerno, Melchiorre: “Subito interventi”

0
373

Blatte, topi e insetti nelle frazioni alte di Salerno. “Intervenire prima che sia troppo tardi”, l’appello di Camillo Melchiorre, portavoce dei cittadini di Matierno, Cappelle, Sant’Eustachio, Pastorano, Ogliara, Giovi, Fratte e di via Salvatore Calenda e via Luigi Cadorna. «In questi giorni sono stato contattato da molte persone residenti nelle zone di Ogliara, Brignano inferiore, Giovi specialmente in via casa di Giacomo qui ad esempio è pieno di zecche, Matierno, Cappelle, Fratte, Salvatore Calenda, Pastorano, via Cadorna e Sant’Eustachio – spiega – tutti per la stessa causa, con il ritorno della primavera ricompaiono le famose blatte, topi, insetti». «Per il momento non è ancora una emergenza ma come ben vi ricordate l’incubo che è stato vissuto lo scorso anno si potrebbe ripetere», prosegue. «Come presidente dell’associazione Arcobaleno e portavoce di questi cittadini voglio segnalare all’Asl di Salerno di intervenire un po’ in anticipo prima che sia troppo tardi, mi auguro che si predispongano al più presto delle misure adeguate per fronteggiare quella che è stata una vera è propria emergenza durante l’estate scorsa. Mi riferivano i cittadini di queste zone sopra citate che già la settimana scorsa con i primi caldi i giardini dove loro stavano seduti sulle panchine con i loro figli erano pieni insetti volanti che come ben sapete si diffondono tra la tarda primavera è l’inizio dell’estate per poi fare la loro proliferazione. Voglio ricordare all’Asl l’episodio che ci fu’ a Matierno quando i cittadini furono costretti ad autotassarsi per finanziare una disinfestazione con prodotti anti blatte». «A mio avviso è necessario un intervento mirato da parte dell’Asl per cercare quanto meno di limitare i danni prima che incomincia ad uscire tutto è di più dai tombini, voglio ricordare che questi insetti sono pericolosi soprattutto sotto l’aspetto igienico sanitario quindi da non sottovalutare assolutamente. Faccio un appello al sindaco Vincenzo Napoli di far sentire le nostre voci agli uffici dell’Asl preposti per questo tipo di problema. Purtroppo il clima è cambiato è l’estate arriva sempre in anticipo, le temperature sono altissime è quindi questi insetti incominciano ad uscire prima, poi quando si va ad intervenire è già troppo tardi, perciò invito l’Asl di Salerno di anticipare la disinfestazione e derattizzazione onde evitare una vera è propria emergenza per tante zone della città», conclude.

Articolo precedenteBilotti: in arrivo quattro milioni per il settore della ceramica
Articolo successivoL’Aisp avverte: “Noi ristoratori non chiuderemo più”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui