Cava, bilancio non approvato: l’opposizione chiama il Prefetto

0
79

“Ieri, 31 agosto, scadeva il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2022 da parte della Giunta comunale.

Il bilancio di previsione avrebbe dovuto essere approvato già entro il 31 dicembre dell’anno scorso, ma il Governo prima ha differito tale termine al 31 marzo 2022 e poi lo ha prorogato di mese in mese fino a giungere, appunto, alla scadenza del 31 agosto”. Così i consiglieri comunali Italo Cirielli, Bruno D’Elia, Clelia Ferrara, Raffaele Giordano, Marcello Murolo, Vincenzo Passa, Luigi Petrone, Pasquale Salsano
e Pasquale Senatore.

“L’amministrazione, che si è avvalsa di tutte queste proroghe, ha avuto quindi tutto il tempo per preparare il bilancio da sottoporre al Consiglio comunale. Eppure non ci è riuscita.

La cosa, già grave in sé, diventa incredibile se si tiene conto del fatto che il Comune di Cava versa in stato di deficit strutturale, e che il 13 agosto scorso il Sindaco ha fatto approvare il piano di riequilibrio finanziario pluriennale. Il fatto che, a poche settimane di distanza, non si riesca a preparare uno schema organico di bilancio di previsione dimostra, già di per sé, che i dati contenuti nel piano di riequilibrio sono largamente inattendibili.

La mancata approvazione del bilancio nonostante tutte le proroghe ottenute, dimostra che le finanze comunali versano in uno stato di marasma completo. La situazione si aggrava di giorno in giorno, e l’amministrazione Servalli, che ne porta per intero la responsabilità, si dimostra ancora una volta incapace di farvi fronte.

Oggi stesso, i nove consiglieri di opposizione hanno denunciato ufficialmente questa situazione al Prefetto di Salerno, chiedendogli di adottare con immediatezza tutti i provvedimenti previsti dalla legge, fino alla nomina di un commissario ad acta.

Da un punto di vista politico e amministrativo, il fallimento dell’amministrazione in carica è completo, e niente può più nasconderlo. Se ne sono accorti i cavesi che pagano sempre più tasse per avere sempre meno servizi, e che, perdurando questa situazione, ne avranno sempre di meno. L’esperienza amministrativa di questa giunta è ormai terminata, e il Sindaco dovrebbe avere il coraggio di prenderne finalmente atto rassegnando le proprie dimissioni prima di portare la città al dissesto definitivo”, conclude la nota.

Articolo precedenteCasciello (Azione): “Pd? Siamo agli ultimi giorni dell’impero di famiglia”
Articolo successivoCamera, sondaggio Bidimedia: centrodestra vincente nei tre collegi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui