Codacons: parte la prima richiesta risarcitoria per il degrado a Salerno

0
78

di Marcello D’Ambrosio – Parte la prima richiesta risarcitoria per il degrado a Salerno ; a pochi metri dalla cittadella giudiziaria diversi immobili sono danneggiati per l’assenza di caditoie e marciapiedi; il Codacons chiede i danni al comune per conto di un suo assistito. Invitiamo tutti i cittadini di Salerno ad agire li’ dove ci sono danni accertati; poco più di un anno fa il codacons documentava un degrado enorme nel parcheggio accanto a via gelsi rossi a poche decine di metri dalla cittadella giudiziaria. Qui, come in una vera discarica, c’era di tutto: materassi, moto, reti, arredi di bagno, erbaccia, sporcizia, macchine abbandonate. Tutta l’area andava immediatamente bonificata ed in effetti il comune a seguito della nostra diffida intervenne ma solo purtroppo con interventi superficiali. L’avvocato Matteo Marchetti rileva : “Nella piazzetta di questa zona, dove sono stati fatti innumerevoli rilievi dai nostri tecnici di parte, alle spalle di via Gelsi Rossi, gli edifici non hanno marciapiedi né caditoie per l’acqua, né aperture con grate di assorbimento dell’acqua stessa per l’immissione nelle fogne, si verificano quindi, ogni volta che piove, allagamenti continui con conseguenti gravi danni per tutti gli immobili intorno. È partita quindi la prima richiesta risarcitoria per conto di uno dei proprietari di questi immobili. Invitiamo tutti gli altri cittadini proprietari di appartamenti o altre proprietà immobiliare, nella stessa zona oppure in quartieri diversi, a rivolgersi anche alla nostra associazione. Più volte abbiamo denunciato il degrado in città, ebbene tale degrado ha delle cause che ci proponiamo di eliminare o quanto meno limitare. Quando il degrado causa dei danni questi vanno risarciti”.

Articolo precedenteXXXI festival delle Torri 2022: ritorna la kermesse a Cetara, Vietri sul Mare e Cava de’ Tirreni
Articolo successivoCampania, con Di Maio 3 consiglieri regionali su 6 dal M5s

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui