Covid, De Luca: da settembre boom contagi e problemi scuola

0
88

“Con la situazione attuale del covid da settembre vedremo tornare molti problemi, dalla dad ai
trasporti pubblici”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nella sua diretta su Facebook. “Nella prima settimana di luglio del 2021 – ha detto – avevamo 208 casi, oggi 13.214. I ricoveri nei reparti ordinari
lo scorso anno erano 218 e oggi 606, il triplo. In terapia intensiva l’anno scorso c’erano 17 ricoveri oggi 34, il doppio. Isolate a casa nel 2021 erano 7.055 persone, oggi 15.700. I dati preoccupanti davvero sono le terapie intensive. I ricoveri in
reparti ordinari sono aumentati di 4 volte ma non registriamo una situazione di particolare gravità, se si raddoppiano i ricoveri in terapia intensiva vuol dire che la situazione diventa preoccupante, con casi di contagi pesanti con polmoniti,
difficoltà respiratorie. Siamo in una situazione seria che in agosto peggiora con assembramenti, rimescolamento, eventi e quindi avremo problemi di nuovo a settembre quando scoppieranno i contagi. Tra i contagiati oggi registriamo un boom in età
pediatrica, so che al Santobono di Napoli abbiamo decine di bambini ricoverati con il covid in fascia d’età non vaccinabile. La situazione è preoccupante nei luoghi di lavoro, con centinaia di persone del comparto sanitario che sono contagiate, medici,
infermieri, personale amministrativo. Questo dato va seguito, rischiamo di non avere il personale per seguire con attenzione evoluzione e crescita del contagio”. “Dobbiamo completare – ha detto De Luca – la quarta dose per la popolazione sopra gli 80 anni, non aspettiamo settembre. Poi
in Campania c’è un uso molto limitato e insufficiente di farmaci antivirali. Dico ai medici di base di individuare il covid e prescrivere subito questi farmaci che bloccano anche il
contagio. Bisogna usarli dieci volte di più rispetto a oggi. Serve anche una grande prudenza nelle famiglie per questa media molto più alta nell’età pediatrica: in famiglia feste e festini e incontri cominciamo a limitarli e estendiamo l’uso della
mascherina. Non è comodo portarla con questo calore ma il risultato – se non abbiamo l’attenzione necessaria in luoghi al chiuso, nei supermercati, nelle feste e nei festini che si fanno questa estate – è che avremo a settembre una valanga di
contagi”. De Luca ha spiegato la nuova strategia di vaccinazioni rilanciata dall’Asl Napoli1, spiegando di volerla estendere ora anche alle altre Asl della Regione. “Ognuno avrebbe voluto – ha
detto – avere un’estate tranquilla. Il maledetto covid ci sta rovinando la vita ma dobbiamo stringere i denti anche se siamo stanchi, possiamo lamentarci e imprecare contro il destino cinico e baro ma non cambia la realtà. La realtà possiamo condizionarla e variarla vaccinandoci, usando le mascherine e
con l’igiene personale frequente”.

Articolo precedenteCovid, De Luca: dal ministero dati falsi sui posti letto
Articolo successivoGiffoni S. C., maltempo, il sindaco: subito stato calamità per danni coltivazioni nocciola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui