Dopo 4 anni vede la luce il Lavoro di Cittadinanza di Dante Santoro: “Obiettivo storico”

0
75

Il Consigliere Comunale Dante Santoro già nella scorsa consiliatura propose al sindaco ed all’amministrazione comunale di “arruolare” i percettori del Reddito di Cittadinanza per lavori di pubblica utilità, l’ultimo assalto nell’ultimo Consiglio Comunale pare avere portato il risultato atteso da quasi quattro anni: “Con orgoglio vi annuncio che dopo il mio fiato sul collo in Consiglio Comunale ho svegliato dal “letargo” chi ci governa e stanno avviando le procedure per assegnare lavori di pubblica utilità ai percettori del reddito di cittadinanza. Una riforma fatta dal basso con tenacia: il Lavoro di Cittadinanza sarà realtà a Salerno”. Gli uffici del Comune di Salerno infatti pare abbiano già raccolto disponibilità in vari Settori interessati ad incrementare la forza lavoro in un momento critico per i servizi al cittadino erogati a singhiozzo dal Comune di Salerno.
Qualora confermata la notizia sarebbe una grande vittoria per il Consigliere Dante Santoro che è stato pioniere di una proposta che lui stesso definisce “Riforma fatta dal basso” in tempi in cui il tema non era ancora al centro del dibattito nazionale.

Articolo precedenteIl Papa risponde alla fondazione Vassallo sul resort di lusso sulla spiaggia di Ascea
Articolo successivoLupo, candidato alla Camera con Noi Moderati, aderisce a Battipaglia Radici e Valori

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui