Giffoni, ha scontato la sua pena ma gli viene negato il reddito di cittadinanza

0
1087

di Marcello D’Ambrosio – L’articolo 27 della Costituzione stabilisce che: “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”. G., di Giffoni Valle Piana, ha scontato la sua pena di due anni in carcere ed oggi è libero, e disoccupato come sua moglie. Ma questo non basta per consentirgli l’accesso al reddito di cittadinanza. Paradosso dei paradossi, ne ha fatto richiesta, accolta, lo ha percepito per cinque mesi ed ora sta affrontando un processo perché non gli sarebbe spettato essendo un pregiudicato. Ma se lo Stato non aiuta i veri deboli, come G., che per disperazione potrebbe tornare a delinquere, chi dovrebbe aiutare?

Articolo precedenteM5S: I candidati salernitani alle parlamentarie per Camera e Senato
Articolo successivoPd, ecco i candidati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui