Giffoni, il sindaco Giuliano si appella al Governo sulla confusione sulle riaperture

0
566

di Marcello D’Ambrosio

“Desidero lanciare un appello a chi ci governa a livello nazionale, con l’augurio di rivedere quanto determinato nell’ultimo Dpcm. Allo stesso tempo, sottolineo la mia vicinanza e solidarietà all’intera classe commerciante, rappresentata in Consiglio Comunale dall’amico Diego Faino, e a chi ogni giorno combatte per poter garantire il sostentamento alle proprie famiglie, evidenziando anche la totale assenza di sussidi dal Governo centrale”. È quanto scrive sul suo profilo Facebook il sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano. Il riferimento è ai DCPM che regolano il colore delle regioni. Giuliano denuncia la confusione che gli stessi decreti introducono, in particolare per quanto riguarda la chiusura dei bar alle 18 e che consentono invece alla maggio parte delle altre attività commerciali di osservare orari meno stringenti. “Sono sempre stato vicino alla classe commerciante di Giffoni Valle Piana – spiega Giuliano – motore dell’economia della nostra città. Mi sono schierato al loro fianco in passato e lo farò anche questa volta. Purtroppo, le decisioni assunte a livello nazionale ci costringono a fare i conti con l’ennesima decisione controversa. Si può considerare “zona gialla” un paese che costringe i bar a chiudere alle ore 18 lasciando aperte tutte le altre attività e di poter acquistare bevande alcoliche nei vicini supermercati? Un paese che, in piena pandemia, permette ai cittadini di potersi spostare liberamente senza nessun vincolo? Dove è il senso di un decreto riapertura se poi le riaperture sono un miraggio? Da 13 mesi combattiamo con decreti e ordinanze che si susseguono di ora in ora, cancellando in tempo reale quanto deciso giorno prima e che si ripercuotono sui sindaci, senza avere alcun potere decisionale. Una situazione angosciante, che non fa altro che aumentare il malumore dei cittadini. Il tutto, rende sempre più complicato l’esercizio della vigilanza, offuscando per la rabbia e il malcontento il giudizio sul lavoro svolto in maniera egregia dalla locale caserma dei Carabinieri, guidata dal Comandante Ferri, e dal corpo di Polizia Municipale, guidato dal Comandante Muro, esecutori di quanto deciso a livello nazionale”.

Articolo precedenteCalcio a cinque, Alma Salerno: l’under 19 regola lo Sporting Hornets e conquista gli ottavi di Coppa Italia
Articolo successivoSerie B Monza massima attenzione Comune di Salerno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui