“Gocce di Stelle” illuminano le DISABILITA’ e l’AUTISMO, “oltre i muri e le barriere”

0
125

di Vincenzo Sguerra

Dopo tante tappe entusiasmanti una Finalissima esilarante: sabato 10 settembre, finalissima della 17° edizione del Concorso Miss Gocce di Stelle, aBaronissi, Parco della Rinascita, ore 21:00, patrocinata dal Comune di Baronissi.

Tra Gocce di bellezza, arte, cultura, musica, tante “Gocce di Sociale”, Disabilità e all’Autismo BOH

Tutto nasce dalla sensibilità e professionalità del Dott. Franco Mazzotta, dell’Agenzia Madas, promotrice dell’evento.

Durante una tappa del concorso, dopo meravigliose canzoni, Miss emozionate e una sfilata di bambini, la brillante presentatrice chiama sul palco il piccolo Nicolò, Salernitano, affetto da Autismo che conquistando il premio “Una Vita per la Cultura”, nell’ambito di Procida Capitale della Cultura 2022, interviene ad eventi, nelle scuole, ovunque sia possibile, per sensibilizzare sulle Disabilità e l’Autismo.

#iosononicolo è Cuore di un “Progetto Sociale”, che tenendo conto degli interessi speciali di questi ragazzi, promuove “Apprendimento per scoperta” e “Laboratori Esperienziali”.

La storia di Nicolò e di altri ragazzi autistici è la testimonianza che Amore, Metodo, e Continuità, nonostante le Disabilità e l’Autismo, possono donare gioie, “Attimi di Vita”. Queste persone possono essere incluse nella società superando “i muri e le barriere della diversità” in ogni ambiente d vita, come può essere anche un Concorso di Bellezza.

Nicolò, come gli altri bambini nello spettro, per ogni cosa che fanno, c’è tutta una “macchina” organizzativa, una regia, una progettualità che non si vede, ma che rende possibili alcuni obbiettivi prefissati dall’Equipe Multidisciplinare.

Riuscire a seguire uno spettacolo, andare al cinema o in pizzeria, fare un viaggio, partecipare e rispondere a domande semplici, se pur preparate: questi sono piccoli obiettivi che bisogna raggiungere.

Chi vive le Disabilità e l’Autismo, conosce i limiti e gli sforzi che si fanno anche per insegnare a mangiare un gelato.

Purtroppo i fatti e i dati, parlano di una crescita esponenziale dei casi di Autismo, tra bambini, ragazzi e adulti. Dobbiamo sensibilizzare, preparare la società, la scuola, il mondo del lavoro, perché, solo un lavoro certosino dedito di Famiglie e Professionisti, possono donare a queste persone affette da Disabilità e Autismo, una speranza, restituendo Diritti e Dignità.

#iosononicolo “…se non mi senti…Ascoltami…” ringrazia tutti per la Sensibilità.

Articolo precedenteUltimi sondaggi, Impegno Civico di Di Maio sfiora il 3%
Articolo successivoAmmonisce un uomo che urina in strada, aggredito dipendente di Salerno Pulita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui