Ius scholae, Malan (UDC Salerno): auspico che la proposta diventi legge

0
97

“Una breve riflessione sullo Ius scholae.
Nel 2020, 543.000 giovani hanno lasciato la scuola dopo la licenza media (8 anni di ciclo di studi). L’Italia oscilla tra la terza e la quinta posizione in UE per dispersione scolastica. In questo contesto c’è chi ritiene che la proposta di legge che consentirebbe di diventare cittadino italiano al minore straniero nato in Italia o arrivato entro 12 anni e che abbia frequentato regolarmente per almeno cinque un ciclo di studi, sia iniqua. Secondo costoro la durata del ciclo di studi dovrebbe essere decennale…
Personalmente auspico, sentitamente, che la proposta attualmente in esame diventi legge e consenta a quei tanti giovani e giovanissimi che ho avuto modo di “incontrare”, fra gli stessi banchi di scuola occupati dai miei figli, di poter presto diventare cittadini italiani”. A dichiararlo l’avvocato Sarel Malan, vice segretario provinciale e coordinatore cittadino UDC Salerno.

Articolo precedenteIndividualità o gioco di squadra?
Articolo successivoFondazione Alario per Elea Velia e Lettera I presentano la scuola d’impresa e impresa culturale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui