Orsini al Giffoni Experience: botta e risposta tra Ugo Carpinelli e il presidente Genè Andria

0
438

“Condivido il post del prof.Generoso Andria (omonimo del presidente onorario Genè Andria, presidente onorario del Giffoni Experience ndr) e considero la partecipazione il prossimo 27 luglio al Giffoni Film Festival del Prof.Orsini un affronto a quanti soprattutto bambini muoiono ogni giorno sotto le bombe e i missili dell’aggressore sanguinario Vladimir Putin. L’incontro andrebbe annullato Orsini è un cattivo maestro e non vedo cosa di buono possa dire ai giovani giurati un filo Putiniano! “. È quanto scrive sul suo profilo Ugo Carpinelli, già sindaco di Giffoni Valle Piana e consigliere regionale fino al 2010.” Il 27 luglio, a Giffoni Valle Piana (mio paese natale), il prof. Alessandro Orsini interverrà al Festival del Cinema per bambini e ragazzi, a cui gli organizzatori si dichiarano “sicuri che regalerà delle nozioni molto interessanti”. Non mi è noto al momento se si tratterà di una lettura ex cattedra o di un confronto con un interlocutore di opposte opinioni e sperabilmente più qualificato. Sarebbe auspicabile se l’evento fosse aperto dal racconto straziante, pubblicato ieri da Massimo Gramellini, sulla tragedia della piccola Liza, una splendida bambina con sindrome di Down, uccisa in Ucraina dalle bombe russe, che hanno gravemente ferito e mutilato anche la sua mamma. La mia indignazione per i massacri provocati tra i civili dalla guerra di aggressione russa è paragonabile a quella per i miei connazionali filo putiniani, che in questo caso sono invitati ad esporre le loro deliranti tesi addirittura a bambini e ragazzi”. Questo invece il testo repostato da Carpinelli. Non tarda ad arrivare la replica del già europarlamentare Generoso Andria, presidente onorario del Giffoni Experience, sempre su Facebook: “Rispondo al mio carissimo cugino omonimo sulla presenza di Orsini alGFF. Per prima cosa affermo che non sono giustificastionista e la guerra che porta avanti Putin uccidendo civili e bambini e ‘ semplicemente ripugnante ed un giorno, non lontano, ne dovrà pagare le conseguenze . Detto questo valutiamo la presenza di Orsini al Gff. Carpinelli afferma : e’ un cattivo maestro e cosa potrà raccontare ai Giffoner sugli eccidi in ucraina ?questa analisi e ‘ semplicistica adatta a coloro che conoscono solo superficialmente il festival. I ragazzi di Giffoni non prendono insegnamenti da alcuno in particolare se considerano l’interlocutore “un cattivo maestro”. Sono essi ad “aggredire”con argomentazioni valide, puntuali, intelligenti colui che vorrebbe presentarsi come un diffusore di indirizzi e valide argomentazioni. Bene chiedo a te ed a Ugo di attendere. Attendiamo insieme incontro del 27 luglio. Sono certo che questo filo-putì Iano sarà seppellito dalle argomentazioni dei giovani e definitivamente verrà fuori chi è il macellaio assassino e chi sono gli oppressi che stanno pagando col sangue l’aggressione”. Nel frattempo, almeno stando ai commenti, a Giffoni si sono già create due fazioni, pro Orsini e no Orsini. Non resta che attendere l’incontro con i giovanissimi giurati del Giffoni Experience.

Articolo precedenteITALEXIT PER L’ITALIA Salerno solidarizza con il personale ANAS dell’Autostrada A2 del Mediterraneo (Salerno Reggio Calabria)
Articolo successivoNasce la tartaruga platform, la nuova frontiera della formazione on-line

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui