PD Salerno: la lista dei candidati alle politiche da sottoporre al commissario regionale Boccia

0
112

“La Direzione Provinciale del Partito Democratico della Provincia di Salerno ha approvato all’unanimità la lista delle proposte di candidatura per le Elezioni Politiche del 25 Settembre da sottoporre al Commissario regionale Francesco Boccia. L’organismo provinciale, riunito in modalità mista, ha individuato un elenco di candidati autorevoli, competenti, appassionati, per puntare ad una grande affermazione tanto nei Collegi Uninominali quanto nella lista Proporzionale. Alle prossime elezioni il PD punta a confermare il suo ruolo guida in Provincia di Salerno al servizio del Territorio e delle Nostre Comunità. Di seguito la lista approvata: Piero De Luca, Deputato XVIII Legislatura e Vice Capogruppo PD Camera dei Deputati; Eva Avossa, Deputata XVIII Legislatura; Fulvio Bonavitacola, Vicepresidente Giunta Regionale Campania; Luca Cascone, Consigliere Regionale Campania e Presidente IV Commissione (Urbanistica, Trasporti e Lavori Pubblici); Federica Fortino, Assessore Comune di Nocera Inferiore e Presidente Assemblea Provinciale; Lorena Iuliano, Assessore Comune di Cava de’ Tirreni e Componente della Segreteria Provinciale; Paola Lanzara, Sindaco Comune di Castel San Giorgio; Anna Petrone, Consigliera di Parità della Provincia di Salerno; Francesco Picarone, Consigliere Regionale Campania e Presidente II Commissione (Bilancio e Finanza. Demanio e Patrimonio); Stefano Pisani, Sindaco Comune di Pollica; Carmelo Stanziola, Consigliere Provincia di Salerno e Consigliere Comune di Centola; Gianfranco Valiante, Sindaco Comune di Baronissi; Domenico Volpe, Sindaco Comune di Bellizzi; Nunzio Senatore, Vice Sindaco Comune di Cava de’ Tirreni; Margherita Siani, Giornalista e Dirigente PD”. Lo si apprende da una nota del Partito Democratico salernitano.

Articolo precedente“Discoteca della prevenzione”: il 6 agosto l’evento Social Disco a Vietri sul Mare
Articolo successivoMeetup Salerno:” Si scelgano i candidati M5S sulla rete, noi ai diktat dei capetti locali”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui