Permesso di sosta ai consiglieri, Salzano: “Basta con il falso moralismo”

0
278

“Qualche giorno fa la Giunta municipale di Salerno con una propria deliberazione ha concesso ai Consiglieri comunali il permesso di sosta nelle zone limitrofe al Palazzo di città, dietro pagamento di 50 euro ogni anno, e per la durata del mandato consiliare. In essa si specifica anche che il permesso è valido solo dalle ore 7 alle 18, e soltanto dal Lunedì al Venerdì. Ma Il governo della città ha voluto altresì sottolineare che i Consiglieri comunali sono tali, e rivestono tale funzione, solo fino alle ore 18, e quindi soltanto fino a quell’ora possono avvalersi del “permesso”, e purché nelle immediate vicinanze del Comune. Dopo le 18, incredibile a dirsi, non lo possono utilizzare, perfino nel caso stessero partecipando ad un dibattito, ad un incontro istituzionale, ad un’assemblea pubblica, ad una commissione consiliare. Insomma a Salerno i Consiglieri lo sono in ore prestabilite, solo in alcune zone della città, e come gli yogurt a scadenza”. Così il professore Aniello Salzano, Coordinatore di “Popolari e Moderati” di Salerno

“Cosa pensare di una delibera così pensata e congegnata ? L’Amministrazione temendo fortemente che la decisione potesse far storcere il naso a tanti cittadini, che ritengono la concessione del permesso un inaccettabile privilegio, ha posto paletti e limitazioni. In questo modo, però, ha contribuito ad istillare nei cittadini un messaggio preciso e dal significato inequivocabile: i vostri rappresentanti non meritano molta fiducia, potrebbero non avere uno spiccato senso delle Istituzioni, potrebbero approfittare di un permesso più generoso.

Il qualunquismo si accresce e si alimenta purtroppo anche con desioni ambigue come questa assunta dall’Amministrazione comunale, che avrebbe dovuto invece semplicemente spiegare, con coraggio, che la concessione del permesso al parcheggio dato ai Consiglieri comunali non è assolutamente una forma di privilegio, bensì una loro prerogativa, dal momento che essi trascorrono molte ore nel Palazzo di Città tra riunioni di Commissioni e lo studio di delibere.

Penso che davvero sia venuto il momento di dire basta al qualunquismo e al falso moralismo, soprattutto a quello più becero, che in questi anni ha provocato danni enormi al Paese, alle nostre città e alla politica. Finalmente pare che anche i cittadini se ne stiano accorgendo e stiano pertanto voltando le spalle ad alcuni movimenti che sul qualunquismo, sul rancore e sull’odio sociale hanno poggiato le proprie fortune elettorali.

E’ giunto il momento che anche la stampa, i mass media, diano il loro prezioso contributo a far vincere la ragione, a far prevalere il buon senso su ogni forma di sfiducia verso la politica e gli amministratori”, conclude Salzano.

Articolo precedenteCarnevale a Pontecagnano Faiano: il programma delle iniziative
Articolo successivoIl Consiglio di Stato salva la scuola elementare di San Rufo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui