Pugliano: la giunta prende atto della variante al Puc per l’adeguamento al Ptc

0
85

La Giunta comunale di Montecorvino Pugliano ha preso atto, nella seduta del 28 giugno 2022, della variante al Piano Urbanistico Comunale per l’adeguamento al Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e consentire uno sviluppo armonico del territorio, un adeguamento dello strumento urbanistico alle nuove normative e incentivare nuovi insediamenti produttivi.  

«Una variante necessaria, indispensabile per far decollare l’economia del nostro territorio», – afferma il Sindaco Alessandro Chiola, che sottolinea: «Un lavoro che mi ha visto coinvolto in prima persona. Il nuovo strumento urbanistico che si andrà a realizzare a breve, è reso necessario per superare tutte le restrizioni urbanistiche che hanno ingessato per anni il settore edilizio, ma non solo. La variante urbanistica approvata dalla Giunta terrà in considerazione le esigenze di tutti: dai cittadini alle famiglie, dalle imprese agricole agli imprenditori che vorranno insediare la propria attività a Montecorvino Pugliano».  

Sviluppo, crescita, strategia, ambiente: intorno a questi quattro parametri si introduce la nuova rielaborazione del vecchio piano urbanistico comunale approvato oltre dieci anni fa. 

«Le cave e le discariche, grazie al piano cave e al risanamento delle ex discariche, dovranno diventare una risorsa per il territorio se ricondotte in uno scenario di salvaguardia dell’ambiente e ricostruzione del paesaggio. La revisione degli standard urbanistici fortemente voluti da questo esecutivo, tiene in considerazione delle esigenze di una intera comunità, e traccerà una nuova e rinnovata attenzione per il territorio agricolo e più in genere per l’ambiente ed il paesaggio. Il ridisegno e la specializzazione ai fini residenziali e turistici della parte bassa dell’abitato: San Vito, Pagliarone e Bivio Pratole. Si tratterà di innescare una vera e propria rigenerazione urbana». Spiega ancora il Primo Cittadino.  

Il nuovo PUC, si legge nella delibera, consentirà la revisione delle aree industriali non utilizzate e una rinnovata attenzione alle industrie e alle nuove attività imprenditoriali che vorranno insediarsi. Molta attenzione sarà posta per la valorizzazione per le zone storiche, condotta attraverso una riqualificazione urbanistica dei centri storici di Pugliano, Santa Tecla e Torello. 

I prossimi mercoledì 20 e 27 luglio sono in programma due incontri per condividere il nuovo piano urbanistico comunale con la cittadinanza e gli imprenditori. 

Articolo precedenteInsieme Ri-Partiamo vince le elezioni dell’Ordine degli Ingegneri di Salerno
Articolo successivoUnisa, litigano per futili motivi poi spunta un coltello: indagano i Carabinieri al Campus di Fisciano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui