Retake Salerno: stamattina raccolta rifiuti in spiaggia a via Allende

0
70

All’evento di Retake Salerno in spiaggia a via Allende stamattina, hanno partecipato 28 persone (tra cui 2 bambini con i loro genitori e 4 giovani minorenni). Erano presenti le seguenti organizzazioni: Voglio un mondo pulito, Udicon Campania, Gruppo scout reparto Salerno 3 e Retake Salerno.
Tutte loro, nessuna esclusa, hanno collaborato alla raccolta dei rifiuti in spiaggia mentre contemporaneamnete MçNënyå, Stefano Santoro, ha realizzato un’opera di street art che restasse come emblema del lavoro costante che i ragazzi di voglio un mondo pulito ormai svolgono a via Allende da anni e richiamasse l’attenzione sulla Natura e sui temi ambientali.

Sono stati raccolti i seguenti quantitativi di rifiuti:

Indifferenziato 70,9Kg
Plastica 16,9Kg
Vetro 2,1Kg
Metalli 2,5Kg
Cicche 0,1Kg
Raee 1,2Kg

Totale 93,7Kg.

Sebbene il continuo lavoro dei ragazzi di Voglio un mondo pulito su questo tratto di litorale abbia prodotto in questi anni miglioramenti evidenti, alla fine dell’evento, che si è ultimato prima delle ore calde, in spiaggia c’era ancora tanto altro da raccogliere.
Perché, osservando da vicino quello che il mare restituisce dopo le mareggiate, si nota che è pieno di miliardi di piccoli pezzi di plastica vecchia e consunta, completamente mescolati ai residui naturali come tronchi, rami, alghe e quant’altro. Questo fa sì che il loro recupero necessita di molto tempo essendo laboriosa la loro selezione. Tantissimi pezzi di bottiglie di plastica di chissà quanti anni fa, che si sfrantumavano tra le mani ci hanno dato prova di come facilmente la plastica, dopo anni, riesce ad entrare nelle catene alimentari.

“il nostro modo per augurare buona estate a tutti è questo clean up in spiaggia. Per portare l’attenzione alle conseguenze dei nostri gesti spesso automatici e inconsapevoli che però oggi abbiamo la prova dei danni che provocano.
Crediamo che questo problema debba essere attenzionato quotidianamente e costantemente fino a portare alla modifica delle nostre abitudini. È possibile, è necessario, è urgente, non ci costa nulla, ci rende migliori.”
Dichiarazione Sara

“ è un posto che noi di Voglio Un Mondo Pulito abbiamo molto a cuore.
Sono quasi quattro anni che andiamo senza sosta cercando di migliorare la situazione nei limiti del possibile, e ci dispiace vederla sempre in situazioni oscene o utilizzata per ridicole passerelle urlando soliti slogan.
Col tempo la situazione è molto migliorata, ma c’è ancora tanto lavoro da fare”
Dichiarazione Ciccio

“Il disegno regalato a via Allende dalla mia collaborazione con Retake Salerno e Voglio un mondo Pulito rappresenta semplicemente una balena che cerca di evadere dallo “schifo” di un mare ormai pieno di rifiuti”, dichiara di Stefano Santoro, in arte McNenya

Articolo precedenteCava: acqua potabile solo per usi domestici
Articolo successivoSalerno, lido Siulp: l’aggiudica finisce in tribunale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui