Salerno dice No alla guerra e Sì alla pace: domani presidii in città

0
150

Domani sabato 26 febbraio, a partire dalle ore 16.00 ai giardini Gandhi in via Carnelluti e alle ore 17,00 in piazza Portanova, si terranno due presidii contro la guerra.

L’iniziativa è promossa da associazioni e organizzazioni, tra cui la Parrocchia di Gesù Redentore che “gestirà” il presidio dei giardini Gandhi in via Carnelluti, sul solco di quanto avverrà domani mattina a Roma, in piazza SS. Apostoli, aderiscono alla piattaforma nazionale e la fanno vivere sul territorio.
Un fronte ampio, che la Rete Italiana Pace e Disarmo ha mobilitato, con il coinvolgimento di tante realtà a livello territoriale, non solo nazionale, che, come a Salerno, saranno in piazza per ribadire il NO alla guerra.
La popolazione è invitata a partecipare e a rendere evidente la contrarietà alla guerra sancita dall’Art.11 della Costituzione.

I promotori dei presidii:

Arci Salerno APS, Assemblea Permanente delle Donne di Salerno e Provincia, Associazione Cristiana Lavoratori Italiani (Acli), AiBi, Associazione Memoria In Movimento, Associazione Moschea di Battipaglia, Associazione Nazionale Partigiani Italiani (Anpi), Cgil, Cisl, Uil, Cittadinanza attiva Ruggi Salerno, Cobas Salerno, Greenpeace Salerno, Comunità di Sant’Egidio Salerno, Legambiente Salerno, Libera, Libertà e Giustizia della piana del Sele, Laboratorio politico, Link coordinamento universitario, Mani Tese gruppo di Salerno, MO.V.I. (Movimento di Volontariato Italiano) Salerno, Pietre vive, Punto pace Pax Christi di Salerno, Rete Radie’Resch – gruppo di Salerno, Salerno in comune, Scuola di Dialogo Interculturale e Interreligioso, Semplice Salerno, UBUNTU Nuove Generazioni Italiane, Unione Degli Studenti (Uds), Un Ponte Per Comitato Campano

Aderiscono:
Articolo 1 Salerno, Fronte della Gioventù Comunista, Giovani Comunisti/e, Partito Comuni- sta Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Potere al Popolo, Sinistra Italiana, Unione dei giovani di Sinistra

Articolo precedenteRifiuti in Tunisia, la consigliera regionale Muscarà: “Operazione da manuale delle Giovani Marmotte”
Articolo successivoDe Luca: ”La Campania in zona bianca, nostro rigore ripagato”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui