Salerno il benvenuto ai turisti tra i rifiuti, Federalberghi e Balneari: “è urgente l’incontro con Salerno Pulita”

0
401

La stagione estiva è arrivata: in tanti si godono il primo bagno sulle spiagge libere o negli stabilimenti balneari muniti di costume, lettino e ombrellone. Ma a deliziarsi dei magnifici paesaggi e dell’azzurro mare di Salerno non sono solo i suoi “abitanti”. Con l’estate, infatti, si apre ormai anche la stagione turistica!

Salerno è da sempre un meraviglioso faro per i visitatori che vogliono assaporare l’atmosfera della costiera e le sue bellezze.  Dalle navi da crociera che attraccano alla Stazione Marittima ai pullman gremiti che attraversano l’autostrada diretti alle varie fermate salernitane. Molti sono già i turisti che affollano in questi giorni le strade della nostra città e il loro numero andrà ben presto ad aumentare. Ma Salerno è veramente pronta ad ospitarli?

Rifiuti abbandonati nei rioni e “aiuole imbarazzanti”, come le ha definite lo stesso Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in una delle sue dirette; erbacce ed insetti che inondano marciapiedi e spazi verdi. Questo è lo scenario che si presenta in diverse zone di Salerno, dal Quartiere Italia a Torrione fino a Mercatello e Giovi!

È davvero questa l’immagine che vogliamo dare della nostra città al mondo?

La voce dei cittadini che vi ci abitano si è già fatta sentire. Alla loro si unisce quella del Neopresidente di Federalberghi Salerno Antonio Ilardi e del Presidente del Sindacato Italiano Balneari-Salerno Alfonso Amoroso, che da sempre hanno a cuore il benessere della loro città a partire dalla sua pulizia.

Infatti, proprio in previsione dell’imminente aumento del flusso turistico, hanno richiesto un incontro urgente al dr. Vincenzo Bennet, amministratore unico di Salerno Pulita.

L’obbiettivo è “addivenire ad ogni ragionevole soluzione operativa che garantisca un puntuale e ordinato conferimento dei rifiuti”.

Ma una maggiore pulizia della città, però, si accompagna anche alle esigenze delle aziende ricettive, balneari, commerciali e della ristorazione che saranno puntualmente difese dai Presidenti Ilardi e Amoroso.

Questi ultimi, inoltre, nell’occasione provvederanno a sottolineare l’urgenza di adottare “opportune iniziative organizzative, sanzionatorie e di sensibilizzazione del senso civico dei cittadini salernitani”.

Dopo 2 anni di emergenza sanitaria in cui il settore turistico è stato uno dei più penalizzati, è giunto il momento delle ripartenze: assicuriamoci di essere pronti!

Articolo precedenteAdinolfi: “Rapinata da due incappucciati. Questa è la Regione dello sceriffo De Luca”
Articolo successivoIl COFFI film festival di Angri all’Università di Chiang Mai

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui