School Movie Cinedù Award, la carica dei 3mila baby registi e attori. La finale ai templi di Paestum il 12 e 13 luglio

0
53

La magia è pronta a spalancarsi con SCHOOL MOVIE CINEDÙ AWARDS, la più famosa premiazione di cortometraggi realizzati dagli studenti delle scuole, quasi una notte degli Oscar per i bambini. Si prepara così alla finalissima la rassegna cinematografica dedicata agli Istituti scolastici ideata da Enza Ruggiero, che quest’anno festeggia un compleanno davvero speciale, all’insegna delle EMOZIONI: è questo il tema del 2022, che spegne 10 candeline anche con il prestigioso riconoscimento del Patrocinio del Senato della Repubblica.

Il cinema arriva così tra i banchi di scuola, con i piccoli studenti che si trasformano in registi, attori, sceneggiatori. Il grande finale si svolgerà ai Templi di Paestum il prossimo 12 e 13 luglio: due serate magiche, all’ombra del Tempio di Nettuno, dedicate alla Scuola Primaria e alla Secondaria di I Grado.

Tanti i super ospiti che contribuiranno a rendere magica l’atmosfera: tra le special guest l’attrice Nancy BrilliPippo Pelo e Luca Abete legati da profonda amicizia a School Movie. Farà cantare tutti il rapper Geolier e tanto divertimento con il comico Alessandro Bolide.

Sono 3mila i bambini coinvolti nell’edizione 2022, per un totale di 300 istituti scolastici provenienti da 60 comuni di tutte le province della regione Campania, oltre alle recenti new entry di Basilicata e Calabria.

“Tutto è nato dall’entusiasmo, dalla passione. Per noi ogni anno è una magia. L’idea iniziale era riuscire a veicolare messaggi importanti, stringendo un legame forte con il territorio – sottolinea Enza Ruggiero  Il tema di questa edizione, ‘Emozioni’ vuole sintetizzare questi 10 anni, i sogni, i desideri,  l’ansia e la paura del primo ciak, il ritrovarsi per la prima volta di fronte ad una macchina da presa. E poi la gioia, l’allegria contagiosa. School Movie Cinedù è tutto questo. Veicolare valori densi di significato in corti di pochi minuti non è facile, ma  ci riusciamo con la creatività dei bambini e con la professionalità di Nicola Surace, al mio fianco negli ultimi 8 anni. Le due giornate nella splendida città di Capaccio Paestum saranno davvero indimenticabili”.

Formazione degli studenti, ma anche tanto divertimento, per la due giorni che si articola in due momenti distinti. Di pomeriggio, dalle ore 16 alle 19 all’ex Tabacchificio le proiezioni dei cortometraggi in gara, circa 150. Dalle ore 19 partirà l’animazione per i bimbi delle elementari il 12 luglio, mentre  il 13 alle ore 19 ci sarà il Dolcevita Contact Tour, dedicato ai ragazzi delle scuole medie. Alle 21 ci si sposterà nel Parco Archeologico Di Paestum, con cornice il Tempio di Nettuno: “Ringrazio Tiziana D’Angelo, Direttore del Parco, per l’ospitalità e per il supporto alla nostra manifestazione e l’amministrazione comunale di Capaccio Paestum guidata dal sindaco Franco Alfieri, che ci crede da ormai 10 anni. Sarà una grande festa insieme a tanti amici e artisti che si alterneranno sul palco”, prosegue Enza Ruggiero.

Grande novità dell’edizione 2022 è la categoria dedicata allo spreco alimentare. Il corto vincitore diventerà lo spot ufficiale della Colletta Alimentare, in onda da ottobre a dicembre: “Abbiamo bisogno di trasmettere ai nostri ragazzi un’idea di futuro – spiega Roberto Tuorto, Direttore Banco Alimentare Campania – Oggi dobbiamo insegnare a non sprecare nulla, né il tempo, nè le amicizie, nè la vita. Lo spreco alimentare non si combatte solo ed esclusivamente recuperando cibo dalla grande industria o dalla distribuzione. Si combatte soprattutto nelle nostre case. È necessario diffondere una cultura contro lo spreco, entrando nelle scuole, educando i giovani a non sprecare neanche un pezzo di pane, ma neanche la loro vita. Imparare anche a dedicare un po’ di tempo per aiutare le tante persone che fanno richiesta al Banco: siamo passati da 153.000 persone a 223mila nell’ultimo anno, sintomo di una povertà emergente. Insieme possiamo cambiare e ridare speranza”.

A raccontare le emozioni suscitata da School Movie sono intervenuti anche i piccoli scolari presenti in conferenza, moderata dalla giornalista e conduttrice Rosaria Sica.

Ognuno di noi nell’amore non si deve far condizionare. Abbiamo elaborato lo spot sullo spreco pensando a come i giovani sprechino a volte la loro vita tra feste e droghe”, raccontano gli studenti delle medie della Tommaso D’Aquino di Mercato San Severino.

Ci sono anche i piccolini di Capaccio Paestum, per i quali School Movie ha significato scoprire parti della città a loro sconosciute. C’è Vittoria che con i suoi compagni di classe ha scritto un cortometraggio comico: “All’inizio è stato difficile scrivere il copione”. La sfida di girare dalle 9 del mattino alle 6 del pomeriggio: “In televisione sembra tutto più semplice – confessano i baby registi e attori – ma dietro è molto complicato”. E poi un messaggio contro i conflitti del mondo contenuto in molti corti: “Viva la Pace, abbasso la guerra”.

Un progetto avvincente. Un percorso extra curriculare che mette in evidenza i talenti più belli della nostra Campania”, afferma l’assessore alla Cultura della Provincia di Salerno, Francesco Morra, impegnato insieme all’Ente in un forte rilancio dell’attività culturale post Covid, in un nuovo fermento creativo.

Al fianco di School Movie Cinedù anche McDonald’s Salerno e Potenza: È un’iniziativa meritevole perché, oltre a promuovere il territorio, si rivolge alle scuole, ai più piccoli, che saranno il nostro futuro – evidenzia Luigi Snichelotto, partner McDonald’s –  Trasmettere valori, sentimenti, sensibilità è la missione delle agenzie educative, quindi la scuola e la famiglia in primis. È la visione etica del brand e di tutti noi che crediamo e ci impegniamo in questo obiettivo”.

Dall’assessore alla Pubblica Istruzione di Capaccio Paestum, Maria Rosaria Picariello arriva la proposta di istituzionalizzare la finale di School Movie ai Templi: “Ci impegneremo affinché questa decima edizione sia ancora più affascinante e accogliente, radicata sul territorio”.

A decretare i corti vincitori una giuria tecnica d’eccezione, composta da Maria Cecchini, Antonella Cioli, Simone Ciampi, ACD produzioni Srl Lorenzo Cammisa e Giuseppe De Rosa, Angela Bertamino, Gina Amarante, Anna Nisivoccia, Gregoria Fiscina.

Articolo precedente“Fame d’aria, così si muore di fonderia nella Valle dell’Irno”, flashmob e focus su Fonderie Pisano
Articolo successivoSalerno Pulita, Cgil: “Selezione fantasma che mortifica salernitani e sindacati. Si sospenda”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui