Scomparso Celentano, il fotografo del GFF

0
546

di Marcello D’Ambrosio

È venuto a mancare a causa del Covid a 93 anni Domenico Celentano, conosciuto da tutti come Mimì, storico fotografo di Giffoni Valle Piana. Celentano, oltre che come professionista, era noto anche per il grande contributo che nei decenni ha dato al Giffoni Film Festival. E infatti è Claudio Gubitosi, sulla sua pagina Facebook, a ricordarlo: “Oggi è venuto a mancare Domenico Celentano.
Una figura importante del Festival. E’ il fotografo, oltre che amico affettuosissimo, che ha documentato dal 1971, fino a circa 20 anni fa, ogni attività ed edizione della nostra storia. A lui dobbiamo l’enorme patrimonio iconografico.
Quando vengono a mancare delle persone così straordinariamente attaccate al Festival di Giffoni la mente mi riporta al periodo più difficile del nostro cammino, quando persone come lui non solo mi state vicine ma non hanno preteso niente per anni per il lavoro che erano chiamati a svolgere. Domenico, Mimì come lo chiamavamo, ha prodotto migliaia di foto, senza nemmeno una certezza di pagamento.
Ricordo quando, in tutte le occasioni, ci chiamava a gran voce sotto i palchi, nelle arene o nelle cerimonie per farci mettere in posa. Aveva un desiderio incredibile di aggiornarsi e quando comprò nuove attrezzature fotografiche lo fece non per i matrimoni o per attività private del suo studio, ma per il festival.
Socio puntualissimo, non è mancato ad una sola assemblea, era il primo a presentarsi. Non si è fermato nemmeno quando ebbe gravi problemi che lo costrinsero a camminare con le stampalle. Continuò a fare il fotografo anche con questo impedimento.
La sua opera e la sua dedizione alla nostra attività è stata poi trasferita alla figlia Carla che attualmente è una delle principali fotografe.
Nel suo laboratorio, nel corso principale di Giffoni, mi fermavo spesso a salutarlo ed ora orgoglioso di farmi vedere i poster fotografici che aveva fatto delle tante personalità e talenti del Festival.
Dobbiamo tutti riconoscenza a quest’uomo semplice, affettuoso e laborioso.
Aveva attraversato tutte le stagioni, belle e brutte, fino a giungere all’età di 93 anni, vittima impotente del covid-19.
A nome anche di tutto il team, sono vicino al dolore dei suoi cari”.

Articolo precedenteCaos al centro vaccini di Pastena, Lambiase fa cancellare una lista scritta a penna
Articolo successivoFotografi, wedding planner e operatori turistici in piazza a Napoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui