Sfumature…d’amore universale: torna la sfilata di Atelier Diva in piazza Portanova, appuntamento l’8 dicembre

0
143

L’amore in tutte le sue sfaccettature attraverso la passione, i sogni e…i tessuti. Il famoso Atelier Diva si prepara a rivivere (dopo la pandemia) il defilè (la sfilata di abiti da sposa e non solo) sotto lo scintillio delle Luci d’Artista nel pieno centro città, al cospetto dell’albero di Natale posizionato in piazza Portanova. L’appuntamento è per l’8 dicembre – a Salerno – con gli occhi e lo sguardo rivolti verso l’alto, alle finestre dello storico atelier che si illuminano di…magia. A partire dalle 16.30 e fino alle 21, si apriranno le porte del “salotto” tra organza, tulle e raso e sfileranno le modelle “Dive” per una sera che indosseranno la collezione 2023 caratterizzata dalle tantissime novità e colori. Non solo il candore e il bianco degli abiti da sposa – infatti – ma anche tutte le sfumature degli abiti da cerimonia, che si mescolano alla bellezza dell’amore. “Viviamo per l’amore – sottolinea la titolare dell’atelier, Marianna Fierro che lavora all’evento curandone ogni piccolo e minimo dettaglio – è uno dei sentimenti più belli che si possa provare. Sposiamo da sempre il valore dell’uguaglianza con l’idea dell’amore che si concretizza nel matrimonio. Nel nostro atelier si respira (da sempre) l’armonia, la passione e l’amore ed è questo il nostro messaggio e ciò che vogliamo trasmettere non solo ai nostri clienti ma a tutti quelli che si affacciano alla “porta” della nostra sartoria e di questo atelier che per noi è casa e famiglia. Non esiste un modello universale ma noi vogliamo costruire sulla pietra un arcobaleno di colori che diventano la roccia di un amore incondizionato. Lo facciamo attraverso i nostri abiti e il nostro lavoro”. Appuntamento -dunque – a giovedì, per vivere la magia dell’amore e del sentirsi uniti dopo mesi di distanza forzata.

Articolo precedenteLuci d’Artista, l’ippocampo dedicato alla Salernitana sarà inaugurato sabato: illuminazione attivata tramite e-bike  
Articolo successivoMaltrattamenti e rapina, un indagato a Pellezzano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui