Taglio alberi a Castiglione del Genovesi, interrogazione della LIPU Salerno al Comune e alla Comunità Montana

0
691

di Marcello D’Ambrosio

A Castiglione oltre la piazza centrale “Piazza Giovanni Paolo II”, vi è un’altra piazza, più piccola, detta “villetta” in Piazza Umberto I, 18 che nel 2018, con un intervento di riqualificazione con il progetto “Castiglione in Arte” che ad oggi va avanti tra i vicoli del paese, grazie alla sinergia di alcune associazioni del territorio, è stata trasformata nella Piazza della Felicità, la stessa Felicità di cui parlava Antonio Genovesi, che nasce dalla solidarietà, dall’amicizia e dall’incontro tra gli uomini. Detta piazza della felicità era racchiusa da tre grandi abeti bianchi, categoria tutelata, alberi maestosi, slanciati e longevi, che data anche la loro notevole altezza, sono soprannominati “principi dei boschi” e vegetano in zone montane, ad altitudini comprese tra i 500 e i 2100 m s.l.m. Il delegato Gennaro Manzo della Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) Salerno, svolgendo dei monitoraggi ambientali sul territorio anche in virtù di alcune prossime attività laboratoriali di educazione ambientale, rileva proprio nella piazzetta il taglio di questi alberi, avvenuto giovedì mattina il 12 maggio u.s. come ha potuto apprendere da alcuni cittadini, i quali manifestavano lo stupore e il dissenso a tali operazioni di abbattimento e di cui non se ne conoscono le motivazioni. L’abbattimento è stato affidato agli operatori della Comunità Montana, pertanto, la Lipu Salerno ha provveduto a segnalare alla Forestale Carabinieri per capire di più del procedimento adottato dall’Amministrazione e sapere se sono state rispettate le norme, per di più nel periodo della nidificazione e inoltre, se informata la presidenza della Comunità Montana.

Articolo precedenteCurva Nord, Cammarota: “Danno gravissimo ingiustificabile per la Salernitana e la città”
Articolo successivoMazzeo: “Onorato di far parte della segreteria provinciale del Pd”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui