L’intervento/ Capodanno a Salerno: Pippo Pelo in diretta dal reparto geriatrico della città

0
606

Quest’anno, il Comune ha scelto di festeggiare il Capodanno nella suggestiva “Piazza della Libertà”, investendo un budget superiore a 570 mila euro per il concerto di fine anno. La conduzione dell’evento è stata affidata a Cesare Falcone, noto conduttore radiofonico con lo pseudonimo Pippo Pelo, originario di Pontecagnano Faiano, e ad Adriana Petrosino, anch’essa conduttrice radiofonica, con lo pseudonimo di Adriana Petro. Alle ore 22:00, si esibirà il gruppo musicale noto a tutti come i “Pooh”.

Nonostante l’entusiasmo, persistono alcune questioni irrisolte, in particolare per quanto riguarda il servizio navetta e la modalità di selezione dei 20 mila fortunati che potranno partecipare al concerto. La decisione di organizzare l’evento in Piazza della Libertà ha comportato una limitazione del numero di partecipanti, lasciando poco chiaro il motivo ufficiale di tale restrizione in una delle piazze con vista sul mare più grandi d’Europa. Questo, inoltre, contrasta con la consueta affluenza di oltre 50 mila persone ai concerti dei Pooh, dunque è evidente la necessità di comprendere le ragioni di tale scelta. Il costo complessivo del concerto, finanziato con oltre 570 mila euro dal Comune, si traduce in un biglietto di ingresso di € 28,50 per ogni partecipante. In un periodo di crisi, l’organizzazione di un evento di intrattenimento solleva molteplici interrogativi sull’impatto economico sia per le casse comunali che per le tasche dei cittadini.

Sorprende anche il persistente orientamento del Comune e della Regione ad organizzare eventi che non contribuiscono in modo significativo allo sviluppo del territorio. Considerando che Salerno è una città marittima, sarebbe auspicabile un maggiore sfruttamento del suo potenziale turistico, magari attraverso eventi più diversificati. Purtroppo da politici con idee vecchie e passate di moda, bisogna aspettarsi di tutto, ad esempio che in Piazza della Libertà, in futuro, si organizzeranno eventi come la sagra della castagna, del fungo, etc… e mai eventi utili alla valorizzazione del territorio.

Piazza della Libertà dovrebbe essere valorizzata come un luogo dedicato ad eventi attrattivi per sviluppare un turismo prettamente estivo, solo così si potrà contribuire a mantenere la vitalità della città e soprattutto potranno nascere opportunità per i giovani e per le attività commerciali.

Un ulteriore aspetto abbastanza raccapricciante è dato dalle tariffe dell’imposta di soggiorno: il Comune considera “alta stagione” il periodo compreso tra il 1 ottobre e il 31 gennaio, mentre la “bassa stagione” è compresa tra febbraio e settembre.

Tra le questioni minori, invece, emerge la richiesta di sedie da parte di quel reparto geriatrico della politica salernitana e probabilmente la richiesta di intervento delle forze dell’ordine per far abbassare il volume della musica, come è già capitato all’evento “Honda Live”, visto che ad una certa età… non si riesce a dormire e ogni minimo rumore è causa di disturbo per il sonno.

Ora non è chiaro se la richiesta della sedia… per assistere al concerto dei Pooh e il probabile intervento delle forze dell’ordine per far abbassare il volume della musica, potranno essere delle gang di Pippo Pelo, il quale, in passato, ha condotto un programma radiofonico molto divertente e simpatico, dal nome “Facciamo Candy Candy”. Evidentemente la serata potrà avere delle sorprese, e semmai sul palco all’improvviso arriverà anche il comico Crozza con le sue esilaranti battute. Dunque solo se ci saranno le sedie e Crozza, saranno svelati i tanti misteri sul Capodanno in Piazza della Libertà.

In conclusione, l’evento della notte di San Silvestro si sarebbe potuto organizzare in modo diverso, magari dando spazio ad eventi più inclusivi e adatti ad un pubblico di tutte le età, piuttosto che limitarsi a soluzioni dettate da vecchie dinamiche politiche, dove alcuni “vecchi” hanno addirittura formulato la richiesta della sedia e sicuramente chiederanno anche di abbassare il volume della musica. La presenza di tanti DJ per set sul lungomare poteva essere sicuramente un evento più adatto alla circostanza e più adeguato ad un pubblico giovane, sia per idee che per età.

Dott. Salvatore De Lucia

Responsabile degli “Enti Partecipati e Bilanci” nel Coordinamento Cittadino di “Forza Italia”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here