Mercato San Severino: “Il trenino.. è deragliato, il castello dei Sanseverino è salvo” per i consiglieri comunali Eliana Landi, Francesca Landi, Luigi Lupone, Carmine Ansalone, Gerardo Figliamondi, Giovanni Romano

0
956
DCIM100MEDIADJI_0674.JPG

“La Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Salerno ed Avellino ha espresso parere contrario alla realizzazione dell’ascensore inclinato per il Castello Medievale proposto dall’Amministrazione Comunale. Una decisione scontata in considerazione dell’evidente inutilità dell’opera e delle gravi carenze di un progetto che non ha tenuto in nessun conto il rispetto del vincolo paesaggistico ambientale che interessa tutta l’area del Parco Archeologico Medievale dei Sanseverino. Criticità che sono state efficacemente evidenziate dal Presidente della sezione sanseverinese di Italia Nostra, avvocato Antonio Di Palma, al quale va il nostro ringraziamento. Partendo dallo studio di Italia Nostra, abbiamo tentato ripetutamente e costruttivamente di indurre gli Amministratori a riflettere sulla necessità di fermare la progettazione. Il Consigliere Luigi Lupone, nella qualità di Presidente, ha convocato due volte la Commissione Consiliare Politiche Culturali per analizzare i rilievi mossi al progetto e confrontarsi con la maggioranza e con i rappresentanti della Giunta Comunale. Il solito atteggiamento di arroganza e di “suprematismo” ha impedito qualsiasi discussione. Il giudizio negativo della Soprintendenza è impietoso: elaborati progettuali giudicati “estremamente carenti”, valutazioni di impatto ambientale generiche, mancanza dello studio geo-vegetazionale sulle alberature da eliminare, altissimo rischio di incidere su depositi archeologici con gli scavi, alterazione grave del contesto paesaggistico del versante pedemontano della Collina del Castello, nessun beneficio reale alla valorizzazione del complesso monumentale atteso che esiste già una strada carreggiabile di accesso. Un intervento che, se realizzato, avrebbe deturpato irrimediabilmente un complesso archeologico unico nel Mezzogiorno d’Italia, un tempo vanto della nostra Città, i cui lavori di completamento del restauro sono fermi da oltre tre anni e oggi completamente abbandonato all’incuria. Una ulteriore pessima figura di un’Amministrazione Comunale che si conferma sempre più inadeguata ad assicurare lo sviluppo e la crescita della nostra Città”. È quanto si apprende da una nota firmata dai consiglieri comunali del comune di Mercato San Severino Eliana Landi, Francesca Landi, Luigi Lupone, Carmine Ansalone, Gerardo Figliamondi, Giovanni Romano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here