Pallacanestro, il comunicato della Brigata Virtus Arechi

0
128

Eravamo pronti, tutti.
È stata un’ annata ricca di alti e bassi, di infortuni, di stravolgimenti, di sofferenza. Il trend cominciava ad essere positivo e la strada, forse, in discesa. Eravamo tutti pronti, squadra e tifosi, ad un finale di campionato coinvolgente e spettacolare. Purtroppo, come un fulmine a ciel sereno, questa pandemia ha fermato un mondo intero, ma di certo non ha fermato il senso di appartenenza e la voglia di seguire la Virtus. Quella voglia che, anno dopo anno, sta entrando a far parte del tessuto salernitano sempre più.

In certe situazioni si può dire “ci sono cose più importanti a cui pensare”. Va bene, d’accordo, ma l’esistenza della Virtus è legata a valori come l’aggregazione, l’appartenenza, la competizione, la voglia di aiutarsi tutti per vincere, valori che aiutano anche nella vita di tutti i giorni. Non poteva finire tutto nell’indifferenza, non sarebbe stato giusto per tutto ciò che insieme abbiamo vissuto e che non vediamo l’ora di tornare a vivere con più passione che mai. Il primo pensiero e ringraziamento va a chi, testardamente, ha reso possibile tutto ciò: il presidente Nello Renzullo. Tutti gli appassionati e sportivi, salernitani e non, capiscono perfettamente cosa significa trovarsi in una situazione del genere, soprattutto in un anno in cui i sacrifici economici sono stati enormi. Sarà un anno “zero” per tutte le squadre in ogni categoria, ma noi speriamo, qualsiasi sia l’obiettivo, che la Virtus possa tornare a farci emozionare sul campo prima possibile per non interrompere questo processo di crescita e di inserimento nel tessuto sociale salernitano.

Un saluto va a tutto lo staff tecnico, dirigenziale, a tutti i giocatori che hanno sudato per questa maglia, ai responsabili della comunicazione, a chi si è impegnato e si impegna a commentare e far conoscere la Virtus sui media (giornali, tv o web), a tutti quei piccoli bambini che ogni domenica saltavano e gioivano al palazzetto e a chiunque abbia seguito o visto anche una sola partita. La Virtus è l’unione di tutte queste componenti e, con la forza di ognuna di esse, saremo pronti a tornare a divertirci, soffrire ed esultare sui gradoni.
Insieme, come piace a noi. Come piace a voi.

FORZA VIRTUS! FORZA SALERNO!

Siamo certi che in queste poche parole si riconoscano tutti gli appassionati della Virtus e che magari ognuno di voi possa lasciare un breve pensiero, ricordo di una partita, fotografia o aneddoto, qui sotto nei commenti. Un grande ringraziamento a Prospero Scolpini che con la sua grande passione ha immortalato centinaia di momenti bellissimi, in casa e fuori.

Virtus Arechi Salerno

Articolo precedente[INTEGRALE] Il protocollo per la ripresa degli allenamenti
Articolo successivoCastellacci (Pres. Lamica): “Protocollo sicurezza? Difficile attuarlo in B e C”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui