Pontecagnano, Legambiente scrive al comune per avviare un dibattito partecipato su quattro temi strategici

0
142

di Marcello D’Ambrosio

Approvazione del piano urbanistico comunale, definizione dell’eco-distretto dei Picentini, definizione delle opere di ripascimento per la difesa e la valorizzazione del litorale marino, definizione delle infrastrutture necessarie all’operatività ecosostenibile e rispettosa del territorio dell’aeroporto Costa d’Amalfi: sono questi i quattro temi che il circolo Legambiente Occhi Verdi di Pontecagnano ha sottoposto all’attenzione del comune per sollecitare una discussione e un confronto partecipati. Come illustrato anche sulla pagina Facebook del circolo attraverso un video della presidente dell’associazione Carla Del Mese. Questo il testo della nota inviata al comune: “Egregio Sindaco, Egregi Assessori, Gentili Consiglieri con l’inizio del nuovo anno, nel quale auspichiamo la veloce scomparsa della pandemia virale e il ritorno a una rinnovata socialità fra le persone, riteniamo sia necessario e urgente la ripresa del confronto, con l’intera comunità di Pontecagnano Faiano, su alcuni grandi temi che definiranno il futuro del nostro territorio e il benessere dei nostri concittadini. Sono temi già presenti negli obiettivi programmatici di codesta Amministrazione Comunale ma, finora, affrontati e gestiti abbastanza sotto tono e con basso coinvolgimento di tutte le componenti della nostra comunità. Essi riguardano: l’approvazione del piano urbanistico comunale (P.U.C.) per definire la migliore evoluzione urbanistica, sociale, culturale ed economica del nostro Comune per i prossimi 30 anni. Un piano urbanistico che dovrà riqualificare e rigenerare la città esistente, dando centralità allo spazio pubblico e alla cultura anche attraverso la valorizzazione dei numerosi beni storici e culturali presenti sul territorio (Museo, Parco Ecoarcheologico, Centro AA.II., Tabacchificio Centola, Antichi casali e Masserie, ecc..). Un piano urbanistico capace di realizzare una città più aggregante, solidale e accogliente, climaticamente sicura, energeticamente efficiente, più in rete con le città e i centri abitati confinanti, in grado di dare risposte efficaci alla domanda di edilizia residenziale sociale, di servizi ai cittadini e alle imprese, di ottima qualità ambientale ed elevata efficienza degli spazi urbani; la definizione dell’Eco-Distretto dei Picentini, con particolare riguardo alla realizzazione dell’impianto di compostaggio nel nostro territorio che dovrà garantire alla comunità minori costi, salubrità e tutela ambientale attraverso una corretta gestione. La definizione delle opere di ripascimento per la difesa e la valorizzazione del nostro litorale marino. Litorale che potrebbe subire danni disastrosi e irreparabili se venissero realizzate le assurdità progettuali previste dall’Amministrazione Provinciale; la definizione delle infrastrutture necessarie all’operatività ecosostenibile e rispettosa del territorio dell’aeroporto Costa d’Amalfi. Sono 4 temi molto complessi che devono essere affrontati, interpretati e gestiti con estrema attenzione e cautela per garantire “il migliore lascito” alle generazioni future di Pontecagnano Faiano. È necessario, quindi, affrontarli da subito attraverso un’ampia discussione che veda coinvolti l’Istituzione Pubblica (il Comune) e le numerose componenti della nostra comunità: i liberi cittadini, le associazioni di categoria (industria, commercio, artigianato), le organizzazioni professionali, le rappresentanze sindacali, i partiti politici, le associazioni socio-culturali e quelle ambientali, la scuola, le parrocchie, ecc…… Un confronto utile a produrre scelte largamente condivise e capaci di generare un corretto sviluppo urbanistico del nostro territorio, la realizzazione di una economia circolare compiuta e sostenibile nei Picentini, la tutela e la valorizzazione della nostra risorsa mare e la migliore integrazione dello scalo aeroportuale con il territorio comunale. Nell’attesa di una vostra tempestiva e concreta iniziativa, mirata ad attivare la necessaria discussione su questi importanti temi, manifestiamo già da ora la nostra disponibilità a contribuirvi fattivamente per individuare ciò che può garantire il migliore futuro all’intera comunità di Pontecagnano Faiano”.

Articolo precedentePiano vaccinale regionale, Santomauro (FESPA): priorità al personale medico
Articolo successivoSandra Lonardo a Renzi: “Io lady Mastella= Lui nè sir nè gentleman”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui