Se solo Fossi un Orso

0
112
Una immagine tratta dal film Se Solo Fossi Un Orso

Presentato in anteprima al Festival di Cannes 2023 nella sezione Un Certain Regards, Se solo Fossi un Orso è il lungometraggio d’esordio della regista Zoljargal Purevdash. Dal 14 marzo al cinema distribuito da Trent Film.

Se Solo Fossi un Orso è l’opera prima della regista Zoljargal Purevdash, nata e cresciuta negli stessi luoghi del film. La pellicola offre uno spaccato dolce e toccante su un ragazzo che non vuole rassegnarsi al destino di povertà a cui sembra condannato. Si racconta in sintesi, una storia universale che scalda il cuore. Il film arriverà in Italia a partire dal 14 marzo con la distribuzione a cura di Trent Film.

Le parole della regista Zoljargal Purevdash

“Ulan Bator è la capitale più inquinata del mondo. Oltre il 60% dei cittadini vive nel Distretto delle Iurte[le case mobili dei nomadi mongoli] dove non sono presenti sistemi di riscaldamento o infrastrutture, e dunque si è costretti a bruciare carbone per sopravvivere alla temperatura di – 35° del brutale inverno mongolo. Ma ciò che respiriamo non è fumo, è povertà. Volevo fare un film su un adolescente che vive nel quartiere della Iurta e sogna un futuro luminoso ma è fortemente influenzato dal rapporto con la sua famiglia e dalle sue condizioni sociali. Volevo che la mia gente capisse, sentisse e abbracciasse ogni lotta e gioia reciproca attraverso questo film.”

La sinossi del Film

Un adolescente povero ma orgoglioso, Ulzii, vive ad Ulan Bator con la sua famiglia nella zona delle Iurte, le case mobili dei nomadi mongoli. È un genio della fisica e vuole a tutti i costi vincere un concorso scientifico per guadagnare una borsa di studio.
Quando sua madre trova lavoro in campagna, lascia lui e i suoi fratelli più piccoli ad affrontare da soli il rigido inverno mongolo. Ulzii dovrà accettare un lavoro rischioso per prendersi cura di tutti loro e mantenere la sua casa riscaldata. Riuscirà a non perdere l’opportunità della sua vita?

Articolo a cura di Carlo Del Regno

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here