Udinese dove scappi? La Salernitana la ribalta al 96′ con il gol dell’ex

0
220

Bianconeri avanti 2-0 con Zeegelar (espulso nel finale) e Nestorovski. Poi la rimonta granata con le reti di Kastanos, l’ex Candreva e dell’altro ex Troost Ekong al 96′

La Salernitana vince in rimonta all’Arechi, sotto un “muro” granata di 26 mila persone grazie ai gol d Kastanos, Candreva e Troost Ekong (al 51’ s.t.) che firmano il sorpasso dopo le reti di Zeegelaar e Nestorovski. La prova della squadra di Paulo Sousa, praticamente riconfermato da Iervolino, è una prova gigante ed è firmata nel segno di Antonio Candreva, indistruttibile e carismatico trascinatore, quando lui si accende è tutta un’altra musica.

Nella Salernitana vetrina tra i pali per Fiorillo, al debutto stagionale. In difesa, squalificati Daniliuc e Gyomber, entrano Troost-Ekong e Bronn che all’ultimo rileva Lovato finito k.o nel riscaldamento per guai muscolaro al quadricipite. In mediana Mazzocchi e Vilhena le novità rispetto all’assetto di lunedì a Roma. Al posto dell’infortunato Dia, c’è Botheim ad affiancare Candreva nella trequarti. Piatek terminale offensivo. Nell’Udinese Samardzic arretra in mediana dove Zeegelaar rileva sulla corsia sinistra lo squalificato Udogie. Thauvin affianca Nestorovski in avanti. La Salernitana prova subito ad aggredire. Silvestri sventa in uscita su Piontek al 5’. Retropassaggio avventato di Pereyra: Silvestri rimedia sull’accorrente Botheim. Poi una conclusione dalla distanza di Vilhena, fuori bersaglio. Si rilancia l’Udinese che comincia ad acquisire profondità nella manovra. E la squadra di Sottil piazza l’uno-due in cinque minuti. Al 25’ friulani in vantaggio con il primo gol in campionato di Zeegelaar, abile a infilarsi sulla sinistra su un pallone lanciato da Lovric dopo che Bronn aveva colpito con la mano su un tiro di Samardzic. Sul raddoppio la difesa campana si fa prendere ancora in controtempo. Dalla destra traversone di Pereyra che innesca Nestorosvki, pronto a infilare uno spaesato Fiorillo. Fatica la Salernitana a rimettersi in corsa. Al 36’ un tentativo con tiro-cross di Candreva. Al 43’ i campani accorciano le distanze con una parabola di Kastanos sulla sinistra, ispirato da Candreva. Proteste da parte dell’Udinese perché Lovric era a terra. Tensione tra le due panchine e faccia a faccia fra Sottil Paulo Sousa. Lancio di bottigliette e un fumogeno verso l’area dell’Udinese. Va Candreva a rimuovere il fumogeno dal prato. All’intervallo con l’Udinese in vantaggio per 2-1. Nella ripresa Paulo Sousa fa entrare subito Bradaric al posto dell’inconsistente Botheim. Kastanos avanza nella trequarti e Mazzocchi cambia fascia. La Salernitana cerca di alzare il ritmo. Al 9’ incursione di Mazzocchi, Silvestri fa muro, poi libera Bijol. Al 12’p areggia la Salernitana. Su punizione dai 20 metri, palla toccata da Mazzocchi, e Candreva inventa il tocco vincente per portare la Salernitana al pareggio. Settimo gol in campionato per il 35enne trequartista, ex di turno. L’Udinese riparte. Proteste campane per una trattenuta di Perez su Piontek in area. Parata di Fiorillo su un tentativo di Thauvin. Al 19’ esce Bradaric dopo un colpo alla spalla: entra Sambia. Mentre nell’Udinese Beto dà il cambio a Nestorovski. Al 22’ tiro a giro di Thauvin fuori di poco. Candreva pericoloso su una punizione a rientrare, Silvestri non controlla, libera Samardzic. Al 30’, ghiotta chance per l’Udinese. Prodezza di Fiorillo su Beto in uscita. Arslan rileva Thauvin. Due sostituzioni nella Salernitana: Coulibaly e Vilhena danno spazio a Bohinen e Nicolussi Caviglia. Arslan sciupa da una favorevolissima posizione, davanti alla porta. Duro scontro tra Perez e Piontek, testa contro testa: rientrano entrambi con un’ampia fasciatura. Al 39’ esordio in A per Antonio Pio Iervolino, nipote del presidente della Salernitana: esce Mazzocchi. E nell’Udinese Masina viene sostituito da Buta. Fallo di Zeegelaar su Iervolino: seconda ammonizione ed espulsione per l’esterno dell’Udinese. Cerca il gol Kastanos: murato dalla difesa friulana. Ma la Salernitana sa cogliere l’ultima chance per incassare la vittoria. Al 51’ lancio lungo di Sambia, irrompe Troost-Ekong, altro ex, che fulmina Silvestri con un tocco sotto la traversa. Rimonta compiuta. La Salernitana dopo 73 anni riesce a vincere in casa l’Udinese e per la prima volta nella sua storia in A supera il tetto dei 40 punti.

(fonte: gazzetta)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here