Campus Unisa, Tommasetti: interrogazione sul taglio ai trasporti degli studenti

0
336

“Ennesimo taglio alle corse dei bus per l’Università di Salerno, De Luca dia spiegazioni”. A
incalzare il governatore della Campania è Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della
Lega, che ha presentato un’interrogazione sul trasporto per gli studenti diretti ai campus
universitari.
“Nei giorni scorsi alcune associazioni studentesche hanno protestato per l’inadeguatezza
dei collegamenti con l’ateneo di Salerno. Come documentato anche da dettagliati articoli di
stampa, da anni il trasporto non è corrispondente alle esigenze dell’utenza, emerge
sempre più un’incapacità di programmazione, con un numero minore di corse. In
particolare, si evidenzia la riduzione delle corse d’estate, come se le Università
chiudessero a giugno al pari delle scuole. Gli studenti e il personale in servizio presso
l’Ateneo si trovano a subire disagi inaccettabili: soprattutto nel caso dell’Università di
Salerno, è un paradosso che i giovani non abbiano l’opportunità di vivere i campus in
maniera adeguata, ponendosi addirittura il problema di come raggiungerli e come tornare
a casa”.
Tommasetti mette quindi in discussione la gestione complessiva del servizio: “I campus di
Fisciano e Baronissi sono frequentati da migliaia di utenti, tra studenti e personale,
provenienti da tutte le aree territoriali della provincia di Salerno, della Campania e da altre
regioni e necessitano dell’integrazione tra le reti di trasporto. Questo sembra interessare
poco la Regione Campania, dato che ancora una volta diminuiscono le corse, mentre
continuano a svolgersi regolarmente sedute di esami e di laurea, nonché attività di ricerca
e amministrativa”.
Tommasetti sollecita i vertici regionali a spiegare i motivi “della riduzione delle corse nei
mesi estivi, oltre alle risorse finanziarie che sarebbero servite a mantenere un servizio
adeguato. La Regione resta a guardare mentre tanti disagi vengono subiti da studenti,
docenti e personale? Oppure, come auspico, si intende programmare un investimento
serio sul trasporto pubblico per il prossimo anno accademico?”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here