Capaccio, demolizione ex cinema Myriam: Italia Nostra richiede rinvio udienza Tar

0
335

Demolizione dell’ex cinema Myriam a Capaccio Paestum: Italia Nostra in seguito alla sospensione amministrativa del procedimento disposta dalla soprintendenza di Salerno, richiede il rinvio dell’udienza al TAR. “Nemmeno all’udienza cautelare del 22 dicembre sono stati depositati tutti gli atti e provvedimenti del procedimento di variante – si legge in una nota di Italia Nostra – il Comune di Capaccio Paestum non ha ancora riscontrato la richiesta di accesso di Italia Nostra. Non si sa ancora in base a quale titolo il manufatto sia stato demolito. La Provincia di Salerno sebbene ritualmente evocata in giudizio, non solo non si è costituita nel procedimento giurisdizionale, ma non ha nemmeno risposto alla richiesta di accesso dell’associazione, in ordine agli atti di propria competenza. Soltanto la Soprintendenza Bap con una recente nota trasmessa ad Italia Nostra ha ribadito che il procedimento paesaggistico è stato sospeso a seguito della richiesta dello stesso Comune di Capaccio Paestum che evidentemente sta preparando delle osservazioni per rispondere al preavviso di diniego paesaggistico. Allo stato degli atti, pertanto, Italia Nostra non avendo necessità di provvedimenti cautelari giurisdizionali, stante la sospensione amministrativa del procedimento, ha richiesto un rinvio della udienza cautelare a data da destinarsi. Il Tar, come da rito, ha disposto la cancellazione della causa dal ruolo delle cautelari”.

Articolo precedenteSalerno, Ali per la Città ai consiglieri comunali: “Verità su bilancio”
Articolo successivoConsiglio regionale: approvato Defrc 2021 – 2023 e risoluzione di maggioranza

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui