Eboli, consiglio comunale diviso sull’ospedale. Conte: “Delibera regionale da annullare”. Il Pd si smarca

0
363

di Pompeo Mario Perretta

Alla fine, il consiglio comunale di Eboli si spacca sulla disattesa programmazione dell’ospedale unico della Valle del Sele ai sensi della deliberazione n. 367 del 19 giugno 2023 da parte della Regione Campania. L’assise convocata con l’obiettivo di annullare la delibera regionale sancisce ulteriori divergenze tra maggioranza e opposizione su un tema così delicato. Il sindaco Mario Conte, durante il lunghissimo consiglio monotematico, annuncia la possibilità di una manifestazione pubblica in piazza per esprimere una «posizione politica e programmatica a favore dell’ospedale unico» contro la decisione di Palazzo Santa Lucia di finanziare la realizzazione di un nuovo ospedale a Battipaglia da 304 posti letto, per un importo di circa 97 milioni di euro. Mentre arrivano, sempre dalla regione Campania, 22 milioni per l’adeguamento sismico e la realizzazione di una piastra emergenziale all’interno di una palazzina a tre piani che ospiterà 44 posti letto, dalla terapia intensiva alla degenza, per l’ospedale “Maria Santissima Addolorata”.

«L’ospedale di Eboli da sette anni vive una situazione di disagio. Abbiamo bisogno di fare l’ospedale unico per l’intero territorio, andremo avanti. Non è una questione di campanilismo con il comune Battipaglia, ma avevamo condiviso un percorso insieme. Questo consiglio comunale deve dimostrare la sua autonomia e la sua storia. La delibera regionale va annullata. Voi del Pd dov’eravate quando ho messo insieme i sindaci dei comuni vicini per dire no al depotenziamento dell’ospedale di Eboli» ha dichiarato il primo cittadino di Eboli. Al deliberato proposto dalla maggioranza, si è opposto il Pd locale. Tra gli interventi in aula, anche quello del consigliere regionale della Lega Aurelio Tommasetti: «Nuovo ospedale? Ma Quali sono i tempi di realizzazione? De Luca divide i territori, la soluzione è l’ospedale unico ma serve l’unità da parte di tutti».

Assenti i sindaci dei comuni della Piana, non c’è la sindaca di Battipaglia Cecilia Francese. Il primo cittadino di Altavilla Silentina Francesco Cembalo richiama all’unione dei sindaci per chiedere alla Regione di rivedere la delibera.

L’ex sindaco Gerardo Rosania annuncia «le barricate contro la decisione della Regione», è d’accordo anche il capogruppo di Fdi Damiano Cardiello che sottolinea «l’isolamento politico di Eboli, anche per colpa del Pd». «Ma la sanità è al servizio dei cittadini e non del partito» ha precisato il consigliere di minoranza che ha posto all’attenzione dell’assise «in che modo vengono finanziati 97 milioni per 304 posti letto?».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here