Alfonso Mangone socio onorario dell’associazione nazionale Polizia di Stato

0
250

di Pompeo Mario Perretta

“Personaggio di rilievo, Alfonso Mangone vanta la partecipazione a rassegne di altissimo livello, la collaborazione e la frequentazione di importanti e qualificati personaggi della cultura internazionale nonché un’intensa attività espositiva, attraverso mostre prestigiose tenute in spazi pubblici e privati di tutta Italia e nelle principali capitali d’Europa. Da sottolineare poi la sua collaborazione con Enti ed Istituzioni di rilievo internazionale come “Green Peace”, “Amnesty International”, “Stade-Kunst” e la multinazionale “heineken-Italia”: è ma motivazione che accompagna la nomina a socio onorario dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato” per il pittore Alfonso Mangone.

“Sono onorato di ricevere il prestigioso riconoscimento di”Socio Onorario” di una associazione così importante e così impegnata nella prevenzione, nel contrasto alla criminalità, nel soccorso pubblico e nel garantire la buona riuscita di ogni manifestazione pubblica. È uno dei riconoscimenti, per me, di maggior valore, per il grande senso di missione con cui opera la Polizia di Stato: un ideale che accompagna anche la mia pittura, pensata come messaggio per l’umanità, nel rispetto della bellezza della vita e della natura”.

Ad annunciarlo è il pittore salernitano di fama internazionale, originario di Altavilla Silentina, Fernando Alfonso Mangone, che ha omaggiato il Presidente dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato (ANPS)  il Dott. Michele Paternoster, di un suo ritratto per l’impegno straordinario durante l’emergenza covid e per l’attività di vigilanza, controllo dei territori e di sostegno e vicinanza alla popolazione. “Mi piace ricordare che l’associazione ANPS è un presidio di solidarietà sul territorio, rivolto in particolare alle attività connesse al volontariato, alla protezione civile e alla solidarietà. È una solida realtà a disposizione della nostra comunità di appartenenza. L’Associazione – conclude Mangone – rappresenta la continuità del forte rapporto sinergico che lega i poliziotti in servizio con quelli in quiescenza, a testimonianza delle radici e della lunga tradizione della Polizia di Stato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here