Cofaser, l’opposizione: “La sconfitta politica di una maggioranza irresponsabile”

0
660

“Ieri, dopo cinque mesi e tre nostre richieste di convocazione del Consiglio Comunale, la gravissima crisi finanziaria del Consorzio Farmacie e Servizi (CO.FA.SER.) è finalmente stata portata all’attenzione del Consiglio Comunale.

E’ stata una nostra vittoria e una clamorosa sconfitta politica per la maggioranza che sostiene l’Amministrazione Comunale, che ostinatamente fin dal mese di dicembre ha tentato di nascondere il problema disertando per ben due volte il Consiglio Comunale”. Così i consiglieri comunali di Mercato San Severino, Eliana Landi, Francesca Landi, Luigi Lupone, Carmine Ansalone, Gerardo Figliamondi, Giovanni Romano. 

“Ma quanto è avvenuto ieri ha anche confermato la sostanziale inadeguatezza dell’Amministrazione Comunale e della sua maggioranza ad occuparsi del futuro del CO.FA.SER. e della nostra Città. In modo pacato e responsabile abbiamo chiesto di discutere e di confrontarci per trovare la soluzione al problema finanziariodel Consorzio il cui patrimonio netto è stato azzerato, fin dal 2018, con una perdita strutturale di oltre due milioni di euro. Una condizione pericolosa e preoccupante che compromette le attività di un’azienda che è patrimonio della nostra Comunità e rende precario il futuro dei suoi dipendenti”.

“L’unica strada, imposta dalla Legge, è quella di programmare il ripiano delle perdite in vista della predisposizione del bilancio di previsione triennale. Sulla nostra proposta è calato il surreale silenzio di un Sindaco e della sua maggioranza che hanno deciso di sbrigare la questione con una inconcludente e burocratica “dichiarazione di voto” contraria alla nostra richiesta di procedere con il ripiano della perdita. Hanno scelto di non discutere, di non parlare, di non confrontarsi nonostante la gravità del problema. Un comportamento arrogante e irresponsabile, conforme alla caratteristica comportamentale di un’Amministrazione che considera l’azione di controllo e di proposta dell’opposizione un “fastidio” e cerca di nascondere la mancanza di idee e di capacità scappando e nascondendosi dietro penosi e imbarazzanti silenzi. La nostra azione per garantire il futuro del CO.FA.SER. non si fermerà. Informeremo la Corte dei Conti e gli organi di controllo affinchè intervengano anche per accertare le eventuali responsabilità di coloro che, persi nel loro silenzio, stanno contribuendo ad aggravare la pericolosa condizione economica e finanziaria del Consorzio”, concludono i consiglieri.

Emanuela Sergio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here