Fdi ricorda in via Velia Carlo Falvella. Iannone (Fdi): “Certe stagioni non devono più tornare”. Corteo antifascista sul lungomare

0
66

Fratelli d’Italia ha onorato la memoria di Carlo Falvella, in via Velia a Salerno, dove il giovane missino fu assassinato il 7 luglio 1972. Alla manifestazione, organizzata dal coordinamento provinciale di Gioventù Nazionale presieduto da Alfonso Pepe, erano presenti il senatore Antonio Iannone, l’onorevole Imma Vietri, i consiglieri provinciali Carmine Amato e Aniello Gioiella ma anche un folto gruppo di dirigenti provinciali e regionali del partito e del movimento giovanile.

A nome dei giovani del partito salernitano di Giorgia Meloni è intervenuto Pepe: “Ogni anno ricordiamo Carlo Falvella, vittima di una stagione di odio, quella degli anni di piombo, barbaramente ucciso perché aveva un’idea che difendeva e portava avanti con orgoglio. L’esempio e il sacrificio di Carlo vengono da noi ricordati ogni anno affinché eventi del genere non si verifichino più. La politica deve essere un esempio, deve guardare ai problemi della gente e risolverli ove possibile, ma non deve essere fatta di odio e di guerra. Ricordiamo Carlo nella speranza che lo “scontro” politico si limiti a un confronto sulle idee, condannando fermamente qualsiasi forma di violenza”. Sulla stessa linea il senatore Iannone: “Da quando milito e fino a quando militerò questo momento non mancherà mai. Sono felice soprattutto che ci sono giovani che non lo faranno mancare anche quando non ci sarò più. La nostra manifestazione non è un atto di nostalgia, non lo è mai stato, ma è un atto di memoria condivisa e soprattutto è un momento per dire ai giovani che sono il sale della politica ma che certe stagioni non devono mai più tornare. Carlo fu carne e sangue della nostra Comunità, altri giovani persero la vita negli anni di piombo ma il loro sacrificio non deve essere dimenticato e deve generare semi come i nostri ragazzi di cui vado fiero. Sono stato uno di loro, continuo ad essere uno di loro, sarò sempre uno di loro. Con Carlo nella mente e nel cuore di padre in figlio”.  Sui social interviene la deputata Vietri: “Ringrazio i ragazzi di Gioventù Nazionale per aver organizzato, anche quest’anno, questo momento di incontro. Oggi più che mai abbiamo il dovere di ricordare e trasmettere la memoria di quanto accaduto ad un giovane militante politico di questa città affinché il suo ricordo resti un potente monito contro ogni tipo di odio, di discriminazione e di violenza”.

Nel pomeriggio, un presidio antifascista è stata organizzato dall’Anpi attraversando il lungomare cittadino fino a raggiungere Piazza della Libertà. Ha aderito al corteo, presidiato dalle forze dell’ordine per evitare eventuali disordini, la Fp Cgil Salerno, gruppi pro-Palestina e i consiglieri comunali di Salerno Claudia Pecoraro e Catello Lambiase del M5S. Esposto uno striscione con la scritta: “Salerno è antifascista”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here