Pontecagnano, istituto Zoccola: “La metrica dell’oltraggio”, viaggio  nei femminicidi con la scrittrice Michela Bilotta

0
401

“I giovani rappresentano il nostro domani, ma fanno già parte del nostro presente e fortificando i concetti di lettura e di scrittura, acquisiranno una maggiore sicurezza e padronanza della lingua”. Per questo motivo, il Dipartimento linguistico della scuola secondaria “Daniele Zoccola”, ha organizzato l’incontro con la scrittrice Michela Bilotta,la quale ha presentato agli alunni delle classi seconde e terze, il suo ultimo romanzo dal titolo” La metrica dell’oltraggio”( Jack ed.) Ad accogliere la scrittrice, la Dirigente Scolastica prof.sa Maria Antonietta Cembalo accompagnata dalla Vicepreside prof.sa Carmela Petolicchio e dalla Presidente del Circolo Legambiente “Occhi verdi” di Pontecagnano Faiano Carla del Mese. Quest’ultima ha introdotto il tema della violenza sulle donne da molteplici angolazioni facendo riferimento” all’associazionismo come naturale alleato in una battaglia civile da portare avanti con impegno e fermezza” -Il lavoro più importante- ha dichiarato Carla Del Mese- che possiamo fare è un’azione diffusa di sensibilizzazione nei confronti delle giovani generazioni, che diffonda il rispetto della persona e il contrasto a ogni forma di violenza di genere-. Esperta in comunicazione, giornalista pubblicista, con pluriennale esperienza come copywriter, direttore creativo e social media manager in aziende, la scrittrice Michela Bilotta si è rivolta agli alunni con parole ricche di significato: “Con questo libro ho voluto rievocare il triste destino di Isabella Morra facendolo convergere con la sorte delle tante donne vittime di femminicidio oggi. Perché è tempo di sradicare la cultura patriarcale che crediamo superata e nella quale siamo, invece, ancora immersi, spesso inconsapevolmente” Al termine dell’incontro durante il quale sono stati mostrati i numerosi lavori realizzati dai partecipanti: video,presentazioni, cartelloni,l’autrice ha donato una copia del suo lavoro “La metrica dell’oltraggio” alla Biblioteca delle Donne per lasciare traccia di una storia che fa commuovere, indignare e persino sorridere, offrendo insoliti spunti di riflessione cercando di dare delle risposte ad un fenomeno che ha assunto connotazioni spaventose e che purtroppo risulta difficile da spiegare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here