Agenas, il governo sospende Coscioni: «Fatti troppo gravi»

0
232

La presidenza del Consiglio dei ministri  ha sospeso il cardiochirurgo salernitano Enrico Coscioni  dall’incarico di presidente dell’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, dopo la vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto recentemente. La notizia è stata anticipata da Il Mattino di oggi. Un provvedimento adottato, su proposta del ministro della Salute, ancor prima che i giudici del Tribunale del Riesame di Salerno decidessero sull’appello presentato dalla locale Procura (l’udienza si è tenuta lunedì scorso e il collegio si è riservato) proprio sulla circostanza che il gip, nel decidere l’interdizione del cardiochirurgo per un anno dall’esercizio della professione medica, aveva respinto la richiesta di sospensione da presidente dell’ente pubblico ed organo tecnico scientifico. Per la presidenza del Consiglio dei ministri, i fatti addebitati al dottor Coscioni nell’esercizio della professione medica sono «di tale gravità da avere indubbi riflessi anche sull’incarico svolto dallo stesso quale presidente dell’Agenas».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here