Calcio: scontri prepartita Cavese-Acireale, tre ultras arrestati

0
62

Sono accusati di avere preso parte agli scontri prepartita con i tifosi dell’Acireale e con la Polizia, lo scorso 22 maggio, i quattro ultras della Cavese ai quali oggi commissariato di Cava de’ Tirreni, la Digos di Salerno e il Reparto Prevenzione Crimine – Campania ha notificati tre arresti ai domiciliari e un obbligo di firma. I quattro, secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dalla Procura di Nocera Inferiore (Salerno) sono entrati in azione con il volto coperto e impugnando tubi di ferro e mazze di legno. La partita in questione è Cavese -Acireale, del campionato Dilettanti, disputata nello stadio comunale Simonetta Lamberti di Cava, lo scorso 22 maggio. Ai quattro supporter vengono contestati i reati di lancio di materiale pericoloso, resistenza aggravata e lesioni ai danni di alcuni agenti impegnati nella tutela dell’ordine pubblico (due poliziotti rimasero feriti negli scontri). L’aggressione è scattata mentre i tifosi siciliani erano a bordo di due bus in procinto di raggiungere lo stadio: il primo mezzo riuscì ad evitare lo scontro, il secondo, purtroppo venne fatto oggetto di un fitto lancio di oggetti, prima che scattasse, poco dopo, anche uno scontro con le forze dell’ordine. La Questura di Salerno sta ora valutando anche l’emissione di altrettanti daspo nei confronti dei quattro ultras.

Articolo precedenteFestival delle Colline Mediterranee al via il 6 luglio nel segno di Falcone e Borsellino
Articolo successivoDe Luca: centinaia di medici positivi al Covid, problemi negli ospedali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui