Museo dello sbarco, infiltrazioni e caduta calcinacci costringono alla chiusura: “Si spera temporanea”. Fdi all’attacco: “Regione risolva”

0
89
?????????????

E’ polemica a Salerno per la chiusura del Museo dello Sbarco e Salerno Capitale, annunciata in un post sui social, quando ricorre l’80esimo anniversario dello sbarco degli alleati sulle coste salernitane. “Si spera temporaneamente” precisa l’associazione guidata da Nicola Oddati che gestisce la struttura ospitata nei locali della Regione Campania in via Generale Clark. Motivo della chiusura momentanea la mancata “disponibilità dei servizi igienici e infiltrazioni di acqua e caduta di calcinacci che comporta la perdita di agibilità e la non ottemperanza alla chiusura potrebbe comportare – spiegano i volontari – per noi anche conseguenze penali”. “Si spera – conclude il post – che queste mancanze vengano al più presto superate dall’ente proprietario della struttura. Al momento siamo costretti a disdire numerose prenotazioni, non solo dall’Italia, che sono la nostra unica fonte di sostentamento”. La consigliera comunale di minoranza Elisabetta Barone interviene sulla vicenda: “Vergognoso quanto accade al museo dello sbarco di Salerno, nato dall’amore per la storia da Nicola Oddati, messo in condizione di chiudere da un’amministrazione regionale apparentemente miope da non comprendere il valore culturale del museo per questa nostra città”.

“La chiusura del Museo dello Sbarco e Salerno Capitale è un altro fallimento del presidente De Luca”. Lo dichiara, in una nota, la deputata di Fratelli d’Italia Imma Vietri dopo aver appreso della decisione assunta, nelle ultime ore, dai gestori. “E’ davvero sconcertante leggere che uno dei luoghi simbolo della città di Salerno, ospitato in locali di proprietà della Regione Campania, sia costretto a chiudere perché non ha disponibilità dei servizi igienici e all’interno ha infiltrazioni d’acqua e calcinacci crollati ormai da tempo. Questa situazione di abbandono – sottolinea Vietri – è uno schiaffo dato non solo alla cultura ma anche alla sua città dal governatore della Campania. De Luca, ormai, preferisce occupare il suo tempo facendo polemiche ridicole contro il Governo imitando Crozza piuttosto che risolvere i tanti problemi che affliggono la regione Campania compresa la sua città. Questa è l’amara realtà che neanche lui, con i suoi show televisivi, può più nascondere” conclude Vietri.

Dal presidente di Federalberghi Salerno, Antonio Ilardi, il monito affinché “la memoria e la valorizzazione espositiva degli eventi bellici, avvenuti nel nostro territorio negli anni Quaranta del secolo scorso possano costituire importante opportunità di richiamo turistico”, e la proposta: il Museo dello sbarco “sia ospitato, anche per affinità di materia, nei tanti locali inutilizzati o sottoutilizzati della Caserma Angelucci che, attualmente, costituisce una inammissibile cesura del tessuto urbano del comune capoluogo, al pari di altri siti militari cittadini, la cui presenza, in zone fortemente antropizzate, appare decisamente anacronistica”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here