Picentia Short Film Festival, annunciate le date della sesta edizione

0
105

Il Picentia Short Film Festival arriva quest’anno alla sesta edizione, che si terrà come da consuetudine a Battipaglia, con fulcro nel pieno centro città a Piazza Aldo Moro. Alla scadenza dell’ultima deadline del bando di selezione, il direttore artistico Luca Capacchione ha diramato le date ufficiale dell’edizione 2022 nonché diverse novità. La sesta edizione del Festival internazionale del Film breve si terrà dal 16 al 18 settembre 2022, con una tre giorni ricca di attività e di ospiti che saranno svelati nel corso del mese di agosto e alla conferenza stampa di presentazione che si terrà nella prima settimana di settembre. Si annuncia, inoltre, che è stato approvato dalla giunta del Comune di Battipaglia il protocollo d’intesa tra il Festival e l’amministrazione, volto a consolidare sul territorio della Piana del Sele e prevedere l’impiego efficace di risorse per la promozione culturale nel cinema. Con l’edizione numero sei l’evento arriva ad oltre 1200 cortometraggi iscritti, provenienti da ben 65 Paesi diversi, sottolineando la continua attrattiva nazionale ed internazionale che il PSFF ormai ha consolidato. Con nove categorie di concorso, la sesta sarà l’edizione con più contenuti cinematografici in assoluto, con spazio – oltre alle proiezioni dei finalisti che saranno annunciati il 21 agosto – per diverse presentazioni di cortometraggi e film fuori concorso, accompagnati da eventi legati alla formazione, alla promozione editoriale e letteraria, all’ambiente e alla legalità. Sempre il 21 agosto saranno ufficializzate le giurie tecnica e stampa, che decreteranno i vincitori di ciascuna categoria. Tema di quest’anno sarà “l’universale”.«Anche per questa edizione possiamo ritenerci soddisfatti della imponente partecipazione internazionale al bando del Picentia Short Film Festival – ha dichiarato il direttore artistico Luca Capacchione Questa edizione, dedicata all’universale, inteso nel più concreto senso artistico. Dopo tre anni di studi dobbiamo arrivare alla conclusione della nostra indagine culturale con l’affermazione che tutto è cinema, in senso lato. Ogni arte, nel suo sviluppo temporale e concreto, può essere cinema e contemporaneamente il cinema racchiude in sé ogni tipo di arte. Le attività programmate, che saranno svelate più avanti, promuoveranno il concetto di sviluppo delle arti, spiegando come il cinema sia come un fiume al quale ogni affluente dà il proprio contributo»

Articolo precedenteCava, consiglio il 12 agosto, Italo Cirielli: gestione superficiale e prepotente dell’amministrazione
Articolo successivoTommasetti presenta a Castellabate “Elogio del Negativo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui