Giungano, presentato il libro sulla tragica morte di Rino Gaetano

0
137

di Pompeo Mario Perretta

L’Associazione Culturale Giungano Ora presieduta dall’avvocato Sabrina Palumbo che riveste anche il ruolo istituzionale quale capogruppo al Comune presso la Cittadina Cilentana ,ha inserito nel programma delle attività organizzate nel Convento Benedettino l’iniziativa per ricordare la tragica morte del cantautore della tradizione scuola romana che in vita ebbe come compagni di viaggio sia Francesco De Gregori ed Antonello Venditti.Presente per il saluto il Sindaco Giuseppe Orlotti che ha espresso plauso ed apprezzamenti per l’evento, la serata introdotta dalla Palumbo ha visto l’excursus storico sulla storia della musica leggera e dei cantautori dal 1958 agli anni 70 ricostruito con diligenza da Bruno Mautone per introdurre l’autore del libro avvocato Giuseppe Amorelli già sindaco di Agropoli.L’incontro culturale è stato accompagnato con l’ascolto dei brani di Rino Gaetano :”a mano a mano”, “ Gianna” e “E Berta filava”. Molto diretto l’autore Amorelli della trilogia pubblicata sulla tragica fine del cantautore che si era spinto fin troppo con la sua musica per protestare contro le classi di potere degli anni 70 evidenziando la circostanza della morte avvenuta il 2 Giugno 1981, causata da un incidente stradale che diede origine a due inchieste in Italia, una giudiziaria ed una parlamentare. La notte dell’incidente, stranamente il cantante fu rifiutato da diversi ospedali cosa che sembra, egli stesso lo avesse predetto in una canzone 10 anni prima. Mautone che gira l’Italia presentando i suoi testi su Rino Gaetano, a Giungano si è soffermato sul significato da attribuire al treno Taranto-Ancona, sulla canzone: “E Berta Filava” ….il Santo vestito di amianto..testi, canzoni e musiche che descrivevano fatti ed azioni scandalosi per l’Italia ed anticipavano avvenimenti degli anni 70. L’Avv Mautone ha ricostruito il collegamento tra Pecorelli e Rino Gaetano anche per il rapporto instaurato dall’impresario del cantante che fu anche lo sponsor del giornalista Mino Pecorelli. Il pubblico presente nel Convento Benedettino di Giungano ha seguito con interesse il racconto di una pagina della storia italiana sulle cause che segnarono la morte di Rino Gaetano che trovano nella pubblicazione dell’autore di Agropoli spunti di grande riflessione,ricerca ed incredulità nella ricostruzione dei fatti di cronaca già oggetto di inchieste ed accertamenti dagli organi preposti. L’evento di Giungano ha visto un copioso pubblico partecipe all’incontro promosso dall’Associazione Giungano Ora,favorevole anche per lo scambio di auguri per il nuovo anno concluso con l’ascolto di brani e musiche che descrivono i misteri dell’Italia degli anni 70.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here