Grande interesse e partecipazione per il progetto “Allenàti per vincere”

0
150

Parma, grande interesse e partecipazione per il progetto “Allenàti per vincere”

“Grande interesse e partecipazione a Parma per la presentazione del progetto “Allenàti per vincere -Inclusione e Competizione. Insieme per Sport”, fortemente voluto dalla Fondazione Anna Mattioli, sostenuto e patrocinato dal Comune di Parma. La conferenza stampa si è tenuta nella mattinata di giovedì 9 novembre, presso la Sala di Rappresentanza del Municipio, in Piazza Garibaldi 1, a Parma.
Presenti Marco Bosi, Assessore allo Sport del Comune di Parma, Roberto Pagliuca, Presidente della Fondazione Anna Mattioli, Marco Tavaglini, consulente sport e didattica, e Andrea Scannavino, responsabile del progetto ‘All Inclusive’; CSV Emilia. All’evento sono intervenuti anche Nadia Malcisi, Dirigente dell’IC Salvo D’Acquisto, Agnese Tirabassi, Dirigente dell’IC Ferrari, e Chiara Palú, Dirigente dell’IC Micheli. La conferenza stampa si è aperta con il saluto di Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, assente fisicamente per impegni istituzionali ma che in un video ha voluto sottolineare tutta la bontà del progetto, messo in campo dalla Fondazione Anna Mattioli e dal presidente Roberto Pagliuca. Che, poi, ha preso la parola: “In questo momento di complessa e delicata congiuntura economica e sociale, la scuola si trova di fronte a sfide nuove e diventa luogo fondamentale per la crescita e l’integrazione delle giovani generazioni. Per questa ragione, la Fondazione Anna Mattioli, da sempre attiva contro il disagio sociale e le fragilità giovanili, ha deciso di mettere in campo questa iniziativa, per dare un sostegno concreto alle famiglie, per fornire occasioni e supporto alla pratica sportiva e proporre nuovi stimoli al percorso formativo dei minori, anche quelli con disabilità fisica, deficit cognitivo o disagio sociale, per favorire la piena comprensione ed accettazione della diversità come forma di ricchezza nelle tante possibili espressioni di vita. All’insegna del motto “allenàti per vincere”, vogliamo che lo Sport diventi uno strumento pedagogico sempre più efficace e un’occasione di reale uguaglianza, e questo attraverso la stretta sinergia con le istituzioni territoriali: Municipio, Scuole e Terzo Settore”. Ma, nello specifico, in cosa consiste il progetto “Allenàti per vincere? “L’attività è stata programmata in coincidenza con l’anno scolastico 2023-24 e si articola secondo tre principali linee progettuali, che coinvolgono tre Scuole di Parma: I.C. Micheli, I.C Ferrari e I.C. Salvo D’Acquisto”, ha aggiunto Roberto Pagliuca. Per agevolare il superamento delle barriere che sovente impediscono la pratica sportiva, la Fondazione Anna Mattioli ha ritenuto di fornire gli Istituti scolastici individuati di ausili utili ad agevolare ed incoraggiare la pratica dell’attività sportiva anche da parte degli studenti fragili. Inoltre, d’intesa e in collaborazione con CSV Emilia e il Consorzio di Solidarietà Sociale, la Fondazione ha deciso di seguire tre bambini affetti da fragilità intellettiva o disturbo dello spettro autistico, uno per ciascuno dai tre Istituti, perché siano sostenuti nell’attività sportiva anche oltre l’orario scolastico, assistiti personalmente, per l’intero anno, da tutor appositamente formati. Infine, la Fondazione Anna Mattioli ha deciso di proporre anche un percorso sperimentale di co-progettazione, “nel quale lo Sport diventi anche il veicolo per trattare tematiche come inclusione e vita in gruppo, nonché veicolo per l’insegnamento anche di altre materie”, ha concluso il presidente Pagliuca. Fondamentale in questo percorso innovativo e virtuoso, anche il ruolo del Comune di Parma che ha deciso di sostenere il progetto. A tal proposito, Marco Bosi, Assessore comunale allo Sport, ha spiegato: “Il tema dell’educazione attraverso lo sport è centrale per le famiglie e i ragazzi e lo è ancor più per le persone con disabilità. Crescono i numeri delle certificazioni di disabilità soprattutto intellettive e lo sport è uno strumento importantissimo per includere i ragazzi. Per farlo abbiamo bisogno di persone formate, di competenza, ma anche delle risorse che permettano di realizzare questi progetti. E’ stato per noi naturale come amministrazione sostenere e appoggiare l’iniziativa della Fondazione Anna Mattioli che entra nelle nostre scuole e aggiunge un mattoncino ad una strategia più ampia di inclusione attraverso lo sport”, ha concluso l’assessore Bosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here