La Corte di Appello di Salerno conferma il diritto ai “tempi di vestizione” alle lavoratrici e ai lavoratori della sanità privata

0
122

La Corte di Appello di Salerno conferma il diritto, accertato in primo grado alle lavoratrici e ai lavoratori operanti nel settore della Sanità Privata di Salerno, alla fruizione dei cosiddetti “tempi di vestizione”. Dunque, la Sentenza della Corte di Appello di Salerno ha posto fine ad una lunga battaglia legale, in cui il Segretario Generale della FP CGIL di Salerno Antonio Capezzuto e il Responsabile di Comparto Sanità Privata Angelo Di Giacomo hanno sempre creduto. Un risultato portato a termine grazie al lavoro degli avvocati della CGIL Antonio Panico e Emilia Di Palma.
La vertenza è stata fortemente voluta al fine di far accertare un principio, quale la fruizione dei cosiddetti “tempi di vestizione”, anticipando anche quanto poi disciplinato dal nuovo CCNL della Sanità Privata. I lavoratori del settore hanno creduto a quanto affermato dalla FP CGIL di Salerno in fase di appello e hanno deciso di affiancare il sindacato in questa battaglia sui diritti contrattuali, che ha
consentito a seguito della sentenza di poter sottoscrivere un verbale di conciliazione giudiziale.

Articolo precedenteIl Natale della Costiera e le sue dolcezze: i susamielli
Articolo successivoAllarme furti a Dragonea, i cittadini chiedono maggiori controlli sul territorio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui