Le nuove frontiere della formazione: sostenibilità e realtà aumentata

0
159

Fare consulenza oggi non è semplice. Esistono tante società che cercano di affermarsi attraverso slogan pubblicitari accattivanti oppure proponendo soluzioni innovative ed alternative. Stiamo assistendo, negli ultimi anni, al continuo proliferare di modalità formative sempre meno legate all’aula e più focalizzate a stimolare l’interesse di lavoratori e professionisti. Si cercano nuovi input e si generano nuove realtà che diventano, inevitabilmente, motivo di dibattito e di discussione.
Certform, società benefit che eroga servizi consulenziali ed ente formativo accreditato dalla
Regione Campania, è la prima società di consulenza ad utilizzare la realtà aumentata applicata ai
suoi servizi per offrire ai clienti soluzioni innovative, nel rispetto delle persone e dell’ambiente.
Ma cosa si intende per Realtà Aumentata e qual’è il legame con il concetto di Sostenibilità?
La Realtà Aumentata diventa strumento per una trasformazione responsabile del
fare impresa. Un percorso formativo ma anche una sessione di consulenza non richiedono più la
presenza fisica dei soggetti: la RA consente di usufruire di tali servizi partecipando dalla propria
postazione aziendale. Una mentalità questa orientata alla sostenibilità e all’ evoluzione delle tecnologie informatiche. Le aziende che utilizzano questa tecnologia per offrire formazione ai dipendenti stanno scoprendo un apprendimento più veloce e una maggiore efficacia sul lungo periodo.
Tra i vantaggi infatti, c’è sicuramente la riduzione dei costi per l’attivazione dei servizi di formazione e consulenza dell’ 80% nonché un significativo calo dell’investimento di energie e risorse (sostenibilità finanziaria).
Un ulteriore vantaggio attiene al benessere psicofisico dei lavoratori: da diverse analisi è emerso, infatti, che spostarsi per un’attività che può essere svolta full remote è causa di stress. Un progetto futuristico che pone al centro il lavoratore, i suoi bisogni e le sue esigenze. Le aziende vengono accompagnate nel loro percorso di evoluzione attraverso soluzioni personalizzate, inseguendo innovazione ed abbandonato totalmente lo stress. Così facendo si favorisce l’apprendimento e lo sviluppo di abilità comunicative ed interpersonali.
Vengono proposte alle imprese non solo servizi positivamente impattanti ma l’opportunità di fare
la differenza già da oggi nella sfida alla sostenibilità cui siamo tutti chiamati per un futuro migliore.

Il 6 dicembre presso l’Università Federico II di Napoli, con i ragazzi della Facoltà di Economia, Giovanna ed Eliodoro Mascolo CEO di Certform hanno evidenziato dal vivo e a contatto diretto con la platea il concetto di realtà aumentata mostrando al pubblico i occhiali interattivi e materiale tecnologico predisposto ad hoc, che permettono una qualità del tempo e della vita in linea con il concetto di benessere.
“Abbiamo introdotto l’utilizzo della realtà aumentata come strumento a sostegno della formazione e della consulenza. La formazione tradizionale necessita della presenza fisica di almeno un docente e di discenti che inevitabilmente devono spostarsi, con mezzi propri o pubblici, per raggiungere l’aula di formazione. Lo spostamento non ha solo conseguenze sull’ambiente
(emissione di Co2) ma comporta una serie di costi a carico delle imprese che, grazie alla RA, sono evitabili”.

Una sfida ecosostenibile per il futuro che abbraccia e coniuga innovazione, tecnologia e benessere dell’individuo.

Articolo precedenteCozzolino, i legali: chiederà al Parlamento di essere sentito, non intende invocare immunità
Articolo successivoPalomonte, carenza medici di base: sindaco e presidente commissione aree interne Cammarano scrivono all’Asl

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui