Migranti a Salerno, tratti in salvo 32 profughi tra cui 8 minori

0
365

Il Mar Mediterraneo è una delle grandi bellezze del nostro Bel Paese. Definito dagli storici ‘culla della civiltà’, negli ultimi anni, fin troppo spesso, il suo nome è stato associato ad un altro epiteto: ‘cimitero’.

Una definizione tanto tragica quanto reale, che trova riscontro nelle migliaia di cadaveri di uomini, donne e bambini che, affrontando un viaggio in mare su gommoni di fortuna per fuggire da guerra, fame e povertà, trovano la loro tomba in quelle stesse acque.

Per fortuna, non sempre l’esito di questi ‘viaggi di speranza’ sono fatali. Nella nottata di ieri, a Salerno uno ha trovato un approdo sicuro.

32 profughi abbandonati alle onde del mare sono stati tratti in salvo attraccando al molo Trapezio del porto della città. La nave merci contenente 30 cittadini turchi e 2 bielorussi, è stata accolta dalla Questura, la Prefettura e la Protezione Civile di Salerno che, tenendo conto dell’emergenza sanitaria, hanno provveduto allo screening di tutto “l’equipaggio di fortuna” dell’imbarcazione.

Tra quest’ultimo ci sono anche 8 minori non accompagnati che troveranno sistemazione adeguata nelle diverse case famiglia sul territorio.

I 32 stranieri resteranno sul barcone in attesa dell’esito dei test processati dai laboratori d’analisi dell’ospedale “Ruggi D’Aragona” di Salerno. I migranti saranno poi presi in carico dal settore delle Politiche Sociali del comune di Salerno per essere smistati nelle varie strutture di accoglienza individuate dalla Prefettura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here