Salerno, “Next Gen: BE Your DIGITAL Revolution”: corsi gratuiti e tirocini retribuiti per giovani tra i 15 e 34 anni

0
389

Si è tenuta presso il Complesso San Michele a Salerno, struttura storica completamente restaurata dalla Fondazione Carisal, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Next Gen: BE Your DIGITAL Revolution”, promosso da Fondazione Saccone, Ai.Bi. Associazione Amici Dei Bambini e il Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione dell’Università degli Studi di Salerno.

Il progetto, selezionato dal “Fondo per la Repubblica Digitale – Impresa sociale”, è rivolto a giovani che non studiano e non lavorano di età compresa tra i 15 e i 34 anni, che desiderano acquisire le skill necessarie per sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e crescere sia dal punto di vista personale che professionale.

“In Campania – ha dichiarato Domenico Credendino, Presidente della Fondazione CARISAL – si tratta dell’unico e solo progetto approvato nel suo genere. Attraverso attività formative e orientative completamente gratuite e a strumenti e metodologie didattiche innovative, vogliamo dare ai giovani quelle competenze sempre più richieste nel mercato del lavoro. Per fare ciò, abbiamo costituito una solida rete di associazione, fondazioni e gruppi del territorio”.

“Il tema centrale – ha sottolineato Giorgio Scala, Presidente della Fondazione Saccone nonché Ente Capofila – è la transazione digitale, in quanto ha investito tutti i settori lavorativi. I nostri partner hanno anche studiato in maniera critica il processo di apprendimento dei giovani così da proporre non un semplice percorso di formazione, ma sessioni di coaching, orientamento e comunicazione stimolanti che possano offrirgli il giusto approccio al mondo del lavoro”.

Presente anche Antonella Spadafora, referente Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini: “Ci occuperemo della formazione delle competenze trasversali, cioè non cognitive in quanto aiuteremo i ragazzi a capire quali sono le loro attitudini e abilità. Ciascuno avrà due coach dedicati e una formazione specifica di 30 ore”.

“L’Università degli Studi di Salerno e, in particolar modo, il Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione – ha aggiunto Virgilio D’Antonio, Presidente del DISPC dell’Università degli Studi di Salerno – è da sempre impegnata sui temi del digitale e delle nuove tecnologie. Confidiamo di dare un contributo importante a questi giovani in termini di formazione. Attraverso tale progetto, l’Università adempie alla Terza Missione disseminando il sapere nei contesti territoriali circostanti”.
“Una delle sedi del progetto – ha spiegato Mario Vitolo, Managing Director di Virvelle e CEO di Palazzo Innovazione – sarà Palazzo Innovazione, insieme al complesso San Michele. Vogliamo garantire ai giovani il massimo dell’esperienza, consentendo loro di entrare a pieno nel mondo dell’infosfera”.

Il Fondo per la Repubblica Digitale è nato da una partnership tra pubblico e privato sociale (Governo e Associazione di Fondazioni e di Casse di risparmio – Acri) e, in via sperimentale per gli anni 2022-2026, stanzia un totale di circa 350 milioni di euro. È alimentato da versamenti effettuati dalle Fondazioni di origine bancaria. L’obiettivo è accrescere le competenze digitali e sviluppare la transizione digitale del Paese. Per attuare i programmi del Fondo – che si muove nell’ambito degli obiettivi di digitalizzazione previsti dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) e dall’FNC (Fondo Nazionale Complementare) – a maggio 2022 è nato il Fondo per la Repubblica Digitale – Impresa sociale, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata da Acri.

Il progetto “Next Gen: BE Your DIGITAL Revolution” è sostenuto da Viralbeat, 012 Tech Società Consortile, CNA Hub 4.0 Campania Nord, Healthware Group, Hubitat, Humanform, I.T. Svil, Ninja Marketing, Pagine Mediche, Protom Group, Savino Solution, Stratego Comunicazione e Virvelle. I partner strategici sono Protom Robotics, E+Learning Srl, Humangest Spa, Strategodigital.com.

Per maggiori informazioni www.fondorepubblicadigitale.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here