Contrasti e doppio incarico, si dimette il dg Picardi

0
148

Matteo Picardi si dimette. Il direttore generale lascia l’incarico a Palazzo di Città. Era stato nominato nel 2022, non senza polemiche interne ed esterne al cerchio magico deluchiano. Troppe divergenze e contrasti con la parte burocratica e politica dell’amministrazione comunale Napoli. Un vero e proprio terremoto interno che arriva al termine di un periodo di estrema fibrillazione che ha visto anche diversi interventi del governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Uno strappo politico che segna una ulteriore crepa interna alla maggioranza Napoli ma anche un distacco tra varie anime politiche. Picardi, attualmente, è considerato uno degli uomini di fiducia di Vincenzo De Luca e le sue dimissioni lasciano diverse interpretazioni. La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso è legata sempre all’errore in bilancio con la conseguente toppa al ‘buco’ e la figuraccia politica. Si dice che Picardi sia stato uno dei destinatari della furia di De Luca durante il movimentato vertice all’Hotel Mediterranea di qualche settimana fa. Una convivenza difficile, poi, con il capostaff e segretario provinciale del Partito democratico, Enzo Luciano (tra gli uomini di fiducia di Piero De Luca) che ha sempre mal digerito la presenza di Picardi al Comune di Salerno. Tra l’altro solo di recente in capo al direttore generale erano stati assorbiti diversi settori amministrativi con un notevole accentramento di potere gestionale nelle mani di Matteo Picardi. Il dg dimissionario, ora, tornerà a pieno regime a Salerno Energia. 

Nella lettera inviata al sindaco Enzo Napoli, Picardi giustifica le dimissioni con la necessità di ritornare al lavoro nell’azienda di provenienza. Un carico di lavoro che non «consentirebbe di proseguire con il doppio incarico», annunciando che lascerà Palazzo di Città a partire dal 1 maggio. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here